rotate-mobile
Cronaca San Polo / Campo San Polo

ANTIMAFIA La Finanza sequestra a San Polo due appartamenti di lusso

Nel mirino delle fiamme gialle un 65enne di Lucca condannato nel 2008 per mafia. Ora aveva coltivato interessi immobiliari anche in laguna

I suoi interessi immobiliari sono arrivati fino a due passi dal Canal Grande. Due appartamenti di pregio del sestiere San Polo, infatti, sono stati sequestrati dalla guardia di finanza in applicazione della normativa antimafia. Un imprenditore 65enne di Lucca, condannato nel 2008 per associazione per delinquere di stampo mafioso, contrabbando di sigarette e riciclaggio, è finito nel mirino delle fiamme gialle perché, secondo gli inquirenti, continuava a coltivare le proprie attività attraverso dei prestanome. Sei per la precisione, indagati al pari del 65enne per trasferimento fraudolento di beni e aggiramento delle verifiche antimafia.

NASCE "IL GIARDINO DELLA LEGALITA'" NELLA VILLA DI MANIERO

Requisiti dalle forze dell'ordine anche un agriturismo, terreni, capannoni industriali e quote di una società immobiliare in Toscana e a Roma. Sono quindi stati sottratti all'indagato beni per circa 18 milioni di euro. Formalmente tutto veniva intestato ai prestanome, ma a muovere i fili secondo gli inquirenti era sempre l'imprenditore toscano, che dopo aver costituito un punto di riferimento per la Sacra Corona Unita in Puglia per il contrabbando di tabacco (secondo la sentenza definitiva era lui a fornire i veloci lancioni che in Montenegro venivano caricati di stecche di "bionde" da contrabbandare in Italia), aveva spostato i propri interessi sul mattone e sul turismo.

I prestanome del resto erano necessari, visto che i condannati per associazione per delinquere di stampo mafioso hanno l'obbligo della comunicazione alla guardia di finanza di ogni variazione patrimoniale superiore a 10.329,14 euro fino a dieci anni anni dalla condanna.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

ANTIMAFIA La Finanza sequestra a San Polo due appartamenti di lusso

VeneziaToday è in caricamento