menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Polemica grandi navi: "È il turismo che si deve adattare a Venezia"

Un comitato di cittadini lancia un appello a chi abbia il coraggio di esporre le foto di Berengo Gardin, "censurate" dal sindaco di Venezia

Si torna ad alzare la voce contro il passaggio delle grandi navi a Venezia. Un comitato di cittadini ha infatti lanciato un appello alla città, creando un'ulteriore polemica sulla decisione del sindaco di Venezia Luigi Brugnaro di bloccare la rassegna fotografica "Mostri a Venezia", che si sarebbe dovuta inaugurare lo scorso 18 settembre: "Esiste un'istituzione - scrivono gli attivisti - che abbia il coraggio di esporre le foto di Berengo Gardin nei suoi spazi espositivi? Se esiste che si faccia avanti. Noi cittadini veneziani ci impegniamo a sostenerla moralmente ed economicamente".

Venezia è prima di tutto patrimonio dei suoi abitanti, questo è il concetto. "Non si finirà mai di spiegare a Brugnaro e ai sostenitori della crocieristica a Venezia - continuano - che di porti ne esistono tanti ma che di Laguna di Venezia ce n'è una sola, e che lo scandalo delle mega navi che passano di fronte a Palazzo Ducale non è solo estetico ma soprattutto ambientale. Tanta è la vergogna che le foto di Berengo Gardin che la denunciano sono state censurate, ricorrendo a un atto di regime inaccettabile. Siamo stanchi - concludono - di essere considerati da chi ci rappresenta un ingombro alla crescita economica, e siamo furenti di vedere sfigurare la nostra città in nome dei guadagni di pochi. Non è Venezia che deve adattarsi al turismo, ma il turismo a Venezia".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sciopero generale, Sgb incrocia le braccia per 24 ore nei trasporti

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Il Veneto sarà quasi di sicuro in area arancione, Zaia: «Oggi l'Rt è a 1,12»

  • Cronaca

    Ordinanza anti alcol a Venezia in vista del weekend

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento