menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Su France 2 il servizio che scredita Venezia, i consorzi: "Difendiamola"

Promovetro Murano, Confartigianato e Confindustria fanno appello a sindaco e presidente della Regione perché si tuteli l'immagine della città

Tra prezzi esageratamente alti e sfruttamento dei turisti decisamente Venezia e Murano non ci fanno una bella figura, nel recente servizio giornalistico andato in onda sulla televisione nazionale francese "France 2". Un ritratto poco lusinghiero della città, a cui il Consorzio Promovetro Murano, Confartigianato Venezia e Confindustria Venezia hanno voluto rispondere con una lettera. Destinatari sono il sindaco Luigi Brugnaro, il presidente della Regione Luca Zaia e il presidente della Camera di Commercio di Venezia Giuseppe Fedalto, e la richiesta è di attivarsi per tutelare l’immagine della città e dei suoi prodotti nel mondo.

"Che Venezia sia cara non è certo una novità - spiega Gianni De Checchi, segretario Confartigianato Venezia - ma il servizio della televisione francese si focalizza esclusivamente sugli aspetti negativi dei servizi turistici e delle diverse tariffe dando un’immagine della città e di Murano distorta da quella che è realmente, omettendo eccellenza, tradizione e unicità che significa anche maggiori costi per le aziende, lasciando spazio più alla mera polemica che all’informazione".

Andrea Della Valentina, presidente Settore Vetro Confartigianato Venezia, aggiunge: “È il momento che le istituzioni prendano coscienza del fatto che devono tutelare e difendere l’immagine della città anche dagli attacchi di chi svilisce gratuitamente l’immagine di Venezia causando notevoli danni economici a tutte quelle attività artigiane che, come il vetro di Murano, rappresentano uno degli aspetti migliori della città. Al contempo, devono trovare quegli strumenti in grado di innalzare la qualità dell’offerta per un turismo migliore.”

Luciano Gambaro, presidente Consorzio Promovetro Murano: “Da anni cerchiamo di dare un’immagine positiva del vetro di Murano, sensibilizzando e promuovendo una sua corretta commercializzazione in città e informando i turisti in visita a Venezia, anche e soprattutto attraverso il marchio della Regione del Veneto Vetro Artistico Murano, unico strumento legale in grado di garantire il turista nell’acquisto. Nonostante i nostri sforzi però alcuni media preferiscono sottolineare gli aspetti negativi, senza minimamente informare su quello che invece si sta facendo per proteggere il vetro di Murano, biglietto da visita della città”.

Lucio De Majo, Presidente Sezione Vetro Confindustria Venezia: "Questa è l'ennesima dimostrazione che il vetro di Murano subisce attacchi da chi, non potendo vantare un’eccellenza così prestigiosa, cerca il pretesto per metterne in dubbio la credibilità, nel tentativo di far valere il suo prodotto nazionale che, per quanto di assoluta qualità, non avvicina le vette raggiunte dal nostro vetro e dai suoi maestri. Come sempre, mentre colpo dopo colpo (la vicenda degli sgravi contributivi è sintomatica) si consente di sgretolare mille anni di storia, tradizione e cultura, la classe dirigente politica italiana ed europea resta a guardare. E c'è anche qualcuno che applaude".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento