Cronaca

Ok dal Cipe alla Nuova Romea: "Un buon giorno questo per il Veneto"

Soddisfatto il presidente Zaia: "Recuperiamo il tempo perduto". L'assessore alle Infrastrutture Renato Chisso: "Inaugurazione nel 2021"

Arriva l'Ok dal Cipe al progetto preliminare della "Romea commerciale", la strada che collegherà Mestre a Orte, nel Ravennate. L'inaugurazione è prevista per il 2021. L’importo complessivo del progetto, comprendente anche gli oneri derivanti dal recepimento delle prescrizioni delle Regione, ammonta a circa 7 miliardi 260 milioni di euro, IVA esclusa, con opere e misure compensative dell’impatto territoriale e sociale per circa 144 milioni. L’opera é totalmente coperta con finanziamento privato non é richiesto alcun finanziamento pubblico, mentre è previsto un periodo di defiscalizzazione: dal 2013 al 2057.

Non si sono fatti attendere i commenti soddisfatti dell'assessore alle Infrastrutture della Regione Renato Chisso e del presidente del Veneto Luca Zaia, che ha dichiarato: "E' un buon giorno per il Veneto. L'approvazione dell'itinerario autostradale dà una ulteriore accelerazione al completamento del programma di ammodernamento infrastrutturale del nostro territorio, garantendo più mobilità, più sicurezza, migliori collegamenti con Chioggia e con l'area naturalistica del delta del Po".

L'accento dal governatore viene poi posto sul rischio idrogeologico: "Non si cresce in un territorio minacciato e il nostro impegno, non da oggi, riguarda appunto gli interventi di contrasto, prevenzione e tutela dagli eventi con i quali una natura in cambiamento può danneggiarci. Noi stiamo facendo la nostra parte - ha sottolineato - ma lo Stato deve impegnarsi seriamente la sua, andando oltre le parole". Secondo Zaia, infatti, "l'approvazione di oggi mi conferma ancora di più l'esigenza che, oltre a quanto già programmato per rimettere ordine in un sistema rimasto in arretrato, quello che ci serve per il futuro non è ulteriore asfalto ma più sicurezza del territorio".

Per quanto riguarda il tratto veneto, il CIPE ha accolto tutte le prescrizioni poste dalla Regione. Queste riguardano, tra l’altro, il collegamento con la “Autostrada Regionale Medio Padana Nogara – Mare”; il collegamento tra lo svincolo di Cavarzere e l’attuale Romea a Sant’Anna di Chioggia per garantire il collegamento con il porto e la città di Chioggia. Sono inoltre previsti: in comune di Cavarzere il collegamento con la viabilità ordinaria e con la limitrofa zona artigianale; il completamento dell’adeguamento della S.P “Arzeron” in sinistra Brenta; l’adeguamento delle strade Provinciali S.P. 45 Adria – Loreo – Rosolina e S.P. 46 Adria – Taglio di Po;
Per quanto riguarda il tracciato dalla località Lughetto, in comune di Campagna Lupia, alla connessione con il sistema autostradale la soluzione progettuale verrà individuata in sede di progetto definitivo.

Per l’attraversamento dell’abitato di Lova, nel comune di Campagna Lupia, si dovrà verificare la possibilità di un tracciato in galleria o, in subordine, prevedere l’abbassamento della quota del viadotto, ipotizzando un passaggio a raso sulle sommità arginali esistenti.

Sulla stessa lunghezza d'onda del presidente Zaia l'assessore alle Infrastrutture Renato Chisso: "Per questo risultato voglio ringraziare il ministro delle infrastrutture Maurizio Lupi e il presidente del Consiglio Enrico Letta - ha dichiarato - L’approvazione dell’opera, sulla quale tanti si erano cimentati in passato, si è infatti sbloccata perché sono riusciti ad applicare, per la prima volta, il sistema della fiscalizzazione. E ringrazio anche l’ex ministro dello sviluppo economico Corrado Passera – conclude – che questo sistema ha ideato e normato”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ok dal Cipe alla Nuova Romea: "Un buon giorno questo per il Veneto"

VeneziaToday è in caricamento