Cronaca

Si apre il ponte votivo, via alla festa del Redentore con Moraglia e Brugnaro

Sabato alle 19 la cerimonia tra le Zattere e la Giudecca. 34 barche sorreggono la struttura provvisoria, percorribile fino a domenica sera. Il sindaco: "L'identità di Venezia sta nell'unità"

Foto Twitter

Il momento tanto atteso della cerimonia d'apertura del ponte votivo tra le Zattere e la Giudecca dà il via ufficiale alla fase clou della festa del Redentore. È il patriarca di Venezia, monsignor Francesco Moraglia, a dare il "la" ai festeggiamenti, puntuale alle 19 di sabato: con lui il sindaco Luigi Brugnaro e il prefetto Domenico Cuttaia, orgogliosi di partecipare ad uno dei più sentiti momenti religiosi e civili della città lagunare che affonda le sue radici a metà del '500.

"Non è un caso che uno dei simboli di questa ricorrenza sia il ponte votivo di barche - ha detto il sindaco - È una manifestazione che intreccia la solennità religiosa con momenti di convivialità e gioia: la più sentita delle tradizioni veneziane diventi occasione per ricostruire e consolidare legami sociali. 'Insieme', come ha ricordato recentemente il patriarca, è una parola chiave: Venezia trova nell'unità la sua identità, l'unità nella diversità. Grazie a tutte le persone di buona volontà che si sono date da fare per risollevare la città". Poi ricorda: "C'è ancora molto da fare sul tema della sicurezza per il futuro dei nostri giovani". E conclude ricordando i tragici fatti che stanno sconvolgendo l'Europa: "Rivolgendo un pensiero commosso a tutte le persone che in queste ore piangono i loro cari, auguro a tutti buona festa del Redentore".

Sono migliaia i visitatori presenti e assiepati lungo le rive per assistere all'evento, dopodiché sarà possibile percorrere il ponte fino alle 22 di domenica 17 luglio: un'occasione resa possibile soltanto una volta all'anno. La struttura provvisoria, lunga 333,7 metri, è fatta in legno e acciaio e composta da 16 moduli galleggianti, ancorati da pali in acciaio zincato. Anche quest'anno, su incarico del Comune di Venezia, è Insula spa a occuparsi della realizzazione del ponte. Ogni modulo galleggiante è costituito da un elemento d’impalcato di 19 per 3,8 metri, sorretto da due zattere. Passerelle basculanti consentono l’accesso dalle fondamenta con ogni condizione di marea.

Schermata 2016-07-16 alle 19.24.07-2

Più tardi la festa prosegue con lo spettacolo pirotecnico in Bacino san Marco: 40 minuti di fuochi colorati nel cielo veneziano che terranno decine di migliaia di persone con il naso all'insù. Il Bacino, tra piazza san Marco, l'isola di San Giorgio e l'ultima punta della Giudecca, fin dal tardo pomeriggio è meta di barche di ogni tipo, molte addobbate con festoni colarati, che hanno preso posizione negli spazi riservati in vista dei "foghi" dalle 23.30.

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si apre il ponte votivo, via alla festa del Redentore con Moraglia e Brugnaro

VeneziaToday è in caricamento