menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sottomarina, postazione di soccorso avanzata stile "Baywatch" con aquabike

La Guardia Costiera, a cui fa capo il coordinamento di tutte le attività di soccorso, dopo aver effettuato esercitazioni congiunte e riunioni con i responsabili della K38, ha definito le necessarie procedure operative

 

Nella zona in prossimità della diga Sud del litorale di Sottomarina, una delle aree  più critiche per la sicurezza dei bagnanti, è stata attivata una postazione di soccorso avanzata,  realizzata con un servizio integrativo di salvataggio con acquabike presso la concessione “Bagni Tropical”. Si tratta della K38, una tra le più note scuole di salvataggio di origine americana, che con grande professionalità hanno offerto una postazione costituita da una moto d’acqua attrezzata per il soccorso e dotata di tutte le dotazioni più moderne per il recupero di bagnanti. Condotti da esperti piloti affiancati da operatori abilitati al salvamento,  questi mezzi sono in grado di operare con mare mosso anche su bassi fondali, raggiungendo, grazie alla velocità del mezzo, rapidamente eventuali persone in difficoltà.
 
Le particolari aquabike utilizzate, in mano ad un operatore esperto, sono manovrabili in qualsiasi condizione, sono inaffondabili, potenti, sicure; anche in caso di rovesciamento sono facilmente riposizionabili da un solo operatore. Le speciali barelle utilizzate, facilitano il recupero del pericolante e ne garantiscono l'incolumità. La Capitaneria di Porto spiega che si tratta di un servizio integrativo a quello dei bagnini, già contemplato dalle locali ordinanze,  che si potrà rivelare uno strumento particolarmente utile in una zona di litorale che spesso, anche con forti venti, è utilizzata da kite e windsurf in condizioni di mare complesse per l’impiego del tradizionale pattino di salvataggio.
 
La Guardia Costiera, a cui fa capo il coordinamento di tutte le attività di soccorso, dopo aver effettuato esercitazioni  congiunte e riunioni con i responsabili della K38,  ha definito le necessarie procedure operative. La zona, che ospita anche una base del servizio 118, è ora tra le più “sorvegliate”, a beneficio dei numerosi bagnanti che la frequentano, anche per la presenza di spiagge libere.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento