menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sete di verità: archiviata denuncia a Rizzetto da parte della donna che gli uccise il figlio

Nessuna condotta persecutoria secondo il giudice per le indagini preliminari. La donna che nel 2014 investì il 23enne Marco, aveva denunciato l'uomo qualche mese fa per minacce

Nessuna condotta minatoria né persecutoria: solo la volontà di fare finalmente piena luce sulla morte del figlio. Accogliendo l'istanza formulata dal pubblico ministero della Procura di Udine a cui era stata anche presentata opposizione, il giudice per le indagini preliminari ha disposto l'archiviazione del procedimento per il reato di minacce nei confronti di Giorgio Rizzetto. Una denuncia presentata nei mesi scorsi dalla donna che il 2 maggio 2014 uccise il figlio di Rizzetto, Marco, appena 23enne, in seguito a un tragico incidente su cui gravano tutt'oggi tante ombre.

La vicenda è tristemente nota: il giovane di Portogruaro, mentre provava la sua Ford Fiesta che gli dava delle noie nelle strade larghe e deserte della zona industriale East Gate Park della vicina Fossalta, procedendo per la sua strada con diritto di precedenza, venne travolto a cento chilometri all'ora da una Volkswagen Passat che mancò lo stop. Al volante, appunto, la 46enne, che avrebbe poi giustificato la sua folle manovra sostenendo di aver perso la testa perché inseguita da un’altra macchina, ma i familiari del ragazzo stanno ancora aspettando che dica la verità su questa terza auto e su chi la guidasse.

La donna per l'omicidio colposo ha già patteggiato 21 mesi, condanna comminatale in virtù della grave condotta tenuta durante e dopo il sinistro, senza peraltro fare un giorno di carcere. Tuttavia, è rimasta aperta la vicenda giudiziaria legata a tutte le omissioni, i ritardi e i depistaggi. Rizzetto ha fatto di questa ricerca di verità e giustizia una ragione di vita, anche in nome di un impegno “giurato” al figlio sulla tomba e che finora gli ha dato tante amarezze.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Assegno unico figli 250 euro al mese: come ottenerlo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento