Cronaca Dorsoduro

Area di crisi, Regione e Invitalia con le imprese interessate a insediarsi a Venezia

A disposizione 26,7 milioni di euro di risorse pubbliche, di cui 20 stanziati dal Mise e 6,7 dalla Regione Veneto per il sostegno alle politiche attive del lavoro. Mercoledì l'incontro al Balbi

Regione Veneto e Invitalia incontrano, mercoledì a palazzo Balbi, le imprese interessate a insediarsi nell'area di crisi complessa di Venezia. L’accordo mette a disposizione 26,7 milioni di euro di risorse pubbliche, di cui 20 stanziati dal Mise e 6,7 dalla Regione del Veneto per il sostegno alle politiche attive del lavoro, per la promozione di nuovi investimenti produttivi, la riqualificazione di attività economiche esistenti, la rioccupazione di personale espulso dal mercato del lavoro. Mercoledì 13 febbraio, a palazzo Balbi.

L'accordo

Mattia Losego, responsabile dell’unità regionale di crisi aziendali, settoriali e territoriali, e Stefano Immune di Invitalia, l’agenzia nazionale che gestisce gli incentivi nazionali, incontrano tutti i soggetti imprenditoriali potenzialmente interessati al rilancio dei siti e delle aree produttive di Venezia. Verranno presentati i contenuti tecnici dell’accordo di programma per il rilancio dell’area di crisi industriale complessa del territorio del Comune di Venezia, siglato il 23 ottobre scorso, e il progetto di riconversione e riqualificazione industriale definito da Invitalia in collaborazione con il ministero per lo Sviluppo economico, la Regione, il Comune e la Città metropolitana di Venezia,  l’Autorità di Sistema portuale del mare Adriatico settentrionale. Le imprese interessate a partecipare per approfondire questo strumento di sostegno allo sviluppo, sono invitate a compilare e inviare la scheda allegata ai seguenti indirizzi: segreteria@venetolavoro.it e rilanciovenezia@invitalia.it.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Area di crisi, Regione e Invitalia con le imprese interessate a insediarsi a Venezia

VeneziaToday è in caricamento