menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Smog, Pm10. Foto archivio

Smog, Pm10. Foto archivio

Peggiora la qualità dell'aria a Venezia, scatta il livello di allerta arancio

Divieto di circolazione dalle 8.30 alle 18.30, di ciclomotori e motocicli Euro 0 a due tempi, di auto a benzina Euro 0 e 1 e diesel Euro 0, 1, 2, 3 e 4 e veicoli commerciali N1, N2, N3 alimentati a diesel Euro 1, 2 e 3

Scatta da oggi, lunedì 22 febbraio, il livello di allerta 1 “arancio” per Venezia come in altre parti della regione: lo riporta Arpav (Agenzia regionale per la prevenzione e protezione ambientale del Veneto), che ha emesso un comunicato nel quale segnala il raggiungimento del livello 1, dopo 4 giorni consecutivi di superamento del valore limite consentito per il PM10 di 50 µg/m3.

Divieto pertanto di circolazione per tutti i giorni della settimana, compresi quindi anche sabato e domenica, dalle 8.30 alle 18.30, di ciclomotori e motocicli Euro 0 a due tempi, di autovetture ad uso proprio alimentate a benzina Euro 0 e 1 e diesel Euro 0, 1, 2, 3 e 4 e dei veicoli commerciali N1, N2, N3 alimentati a diesel Euro 1, 2 e 3. Per quanto riguarda l’utilizzo degli impianti termici e delle combustioni, in questi giorni sarà vietato utilizzare impianti termici a biomassa di classe inferiore alle 3 stelle e sarà vietato effettuare combustioni all’aperto. Si ricorda inoltre che non è possibile, in livello arancione, effettuare lo spandimento di liquami zootecnici, in quanto rilasciano composti azotati precursori della formazione di polveri sottili in atmosfera. Rimane invece in allerta 0 per il particolato PM10 (colore verde) Chioggia.

I divieti saranno validi da domani martedì 23 febbraio e fino a nuova comunicazione, quando il nuovo bollettino Arpav comunicherà se passare al livello di allerta 2 Rosso o se retrocedere a livello Verde, qualora le concentrazioni di PM10 presenti in atmosfera rientrassero al di sotto della soglia dei 50 microgrammi/m3. Per ulteriori informazioni: https://www.comune.venezia.it/it/content/misure-contenimento-dei-livelli-concentrazione-pm10.

Nei prossimi giorni sono previste temperature più miti, che potrebbero significare anche presenza di nebbie ed inquinanti: un anticiclone che, secondo 3B Meteo, «non vorrà dire solo sole, ma anche la possibilità di nebbie o nubi basse durante le ore più fredde del giorno, quindi nottetempo e al mattino. Banchi di nebbia talora fitti potranno interessare la Valpadana, specie centro-orientale: nel comtempo peggiorerà in modo netto la qualità dell'aria soprattutto in pianura padana e nei grandi centri urbani. Il rialzo delle temperature potrà altresì favorire le allergie per aumento di concentrazione dei pollini».

Schermata 2021-02-22 alle 11.49.40-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Attualità

Caldo anomalo, temperature record per febbraio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento