Cronaca

Sorpreso con una carta di credito rubata, a casa sua armi da guerra

M.V., 50enne originario Noale, è stato controllato a Ca' Noghera dalla squadra mobile. Trovato in possesso del maltolto, ha subito la perquisizione domiciliare a Camposampiero

Il kalashnikov sequestrato

Cercavano le carte di credito clonate, hanno trovato le armi. Da guerra. La squadra mobile di Venezia nel pomeriggio di giovedì hanno arrestato M.V., cinquantenne nato a Noale ma residente a Camposampiero, nel Padovano, dopo la perquisizione domiciliare a suo carico. Il cerchio attorno all'uomo ha iniziato a stringersi quando, a Ca' Noghera, vicino al casinò, lo stesso era stato fermato e trovato in possesso di una carta di credito intestata a un'altra persona e oggetto di denuncia di furto.

Gli inquirenti hanno quindi approfondito i controlli, arrivando fino all'abitazione dell'arrestato, alla ricerca di ulteriori carte di credito o carte irregolari. Effettivamente gli uomini della squadra mobile hanno sequestrato alcuni documenti in fase di contraffazione, ma il "grosso" del sequestro riguarda un kalashnikov Ak47, completo di caricatore e munizione, e una pistola Beretta calibro 9 a canna corta, anch'essa municata di caricatore e munizioni. Armi detenute illegalmente. In più requisito anche un passamontagna.

Inevitabili quindi le manette per M.V., accompagnato al carcere di Padova. Dovrà rispondere anche di indebito utilizzo di carta di credito e di ricettazione. Le indagini continuano per stabilire la provenienza delle armi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sorpreso con una carta di credito rubata, a casa sua armi da guerra

VeneziaToday è in caricamento