menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Nel mirino anche l'Auchan di Mestre

Nel mirino anche l'Auchan di Mestre

Presa la banda "acrobata" che ha razziato i nostri centri commerciali

Sei ladri romeni, tra cui una donna, nel Triveneto hanno messo a segno 32 colpi. In nove occasioni sono entrati in azione in terra lagunare

Hanno razziato il Triveneto. Calandosi dall'alto come degli acrobati e mettendo nel proprio mirino di volta in volta le cassaforti dei bancomat e dei punti vendita. Una banda di cittadini romeni, cinque uomini e una donna, è stata sgominata dalla squadra mobile di Trento, con la collaborazione di quelle di Padova e Rovigo. Tre componenti della batteria erano stati già catturati il 22 maggio scorso nella provincia rodigina. Uno invece deve ancora finire in manette.

Fatto sta che la lista di colpi messa a segno dai sei delinquenti lascia a bocca aperta. Tutte incursioni ravvicinate. In tutto 32. Il Veneziano sembra essere stata una loro terra di conquista, specie i centri commerciali. I furti accertati in terra lagunare iniziano nella notte tra l'1 e 2 novembre 2012 al punto vendita Sme di Marcon, per poi proseguire il 6 dicembre con un tentato colpo al centro commerciale Piave di San Donà (in questo caso l'obiettivo era la cassaforte del bancomat), il 28 gennaio invece il "luogo del delitto" si sposta all'ipermercato Alì di Pianiga, ma anche in questo caso la razzìa non riesce. La notte tra il 14 e 15 febbraio la banda si ferma a Mirano, dove nel centro commerciale Emisfero tentano di tagliare una cassaforte senza riuscirci. In compenso si portano via merce per 8mila 500 euro.

Tre giorni più tardi si entra in azione al punto vendita Brugi di Gambarare di Mira, sulla statele Romea. La banda tenta anche di tagliare la cassaforte del vicino IperLando. La notte del 22 marzo tocca al centro commerciale Auchan, dove viene preso di mira il negozio Oviesse, spesso nel mirino dei ladri. Come quattro giorni più tardi, quando vittima della banda è il punto vendita "gemello" del Carrefour di Marcon. Una serie sterminata di furti tentati o portati a termine dopo lunghi appostamenti per capire percorsi e vie di fuga congeniali.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Attualità

Caldo anomalo, temperature record per febbraio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento