menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Si fingono turiste in coda, poi rubano 400 euro da un portafogli: arrestate due borseggiatrici

Le due ladre, una ragazza di 21 anni e una di 17, sono state sorprese dalla polizia municipale mentre derubavano una turista cinese a Venezia. Restituito il maltolto

Si sono mescolate ai turisti cercando così di passare inosservate e di mettere a segno il loro "colpo" con più tranquillità. Ed in effetti per le due borseggiatrici, una 21enne e una 17enne, sembrava essere andato tutto bene ma la polizia municipale le ha bloccate appena dopo il furto.

L'operazione giovedì mattina poco dopo le 9.30: le due giovani ladre avevano scelto l'imbarcadero B per trovare le loro vittime. All'arrivo del vaporetto le due manolesta sono riuscite a trafugare il portafoglio di una turista orientale, dopo essersi messe in coda dietro di lei. A colpo avvenuto, le due si sono date alla fuga avvicinandosi al retro della stazione ferroviaria. Una volta lì hanno svuotato il borsello, gettandolo in mezzo ai cespugli, e intascato i 400 euro contenuti all'interno. Pensavano di averla passata liscia: invece il tutto si è svolto sotto gli occhi attenti degli agenti, appunto, che le hanno immediatamente ammanettate. 


Il denaro sottratto è stato recuperato: si trovava nascosto negli indumenti della più anziana delle due borseggiatrici, che è stata arrestata per il reato di furto pluriaggravato dalla destrezza, dalle circostanze di tempo e di luogo, dalla rilevante gravità del danno arrecato e dall'impiego di una minorenne nel furto. La vittima, una studentessa cinese di 19 anni in visita turistica, è stata rintracciata all'imbarcadero di Rialto e fatta arrivare a piazzale Roma, dove le è stato restituito il maltolto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento