rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Cronaca Castello

Pedinato dalla Municipale, gli trovano addosso un cellulare appena rubato: arrestato

Il cittadino 26enne tunisino, già noto agli agenti, è stato fermato martedì a Venezia all'uscita di un supermercato per furto aggravato: aveva sottratto il telefono a una signora

Gli agenti della Municipale lo hanno seguito per un bel po', perché il 26enne arrestato martedì a Castello per furto aggravato era già noto alle forze dell'ordine. Intorno alle 13.30 gli operatori della locale lo vedono compiere strani movimenti, tenere d'occhio tutte le borse dei passanti e accodarsi ad ogni possibile vittima, continuando a cambiare repentinamente direzione e verso di marcia.

Dopo un primo tentativo di furto ai danni di un turista che si era fermato a guardare la vetrina di un negozio in Salizada San Lio, sventato dal turista stesso con alcuni schiaffi rivolti al borseggiatore, l'uomo entra in un supermercato a Castello. Dopo esser uscito una prima volta dal negozio, e rientrato dopo pochi minuti, l'uomo esce una seconda volta in gran fretta andando verso Campo Santa Maria Formosa.

Il sospetto è stato bloccato dagli agenti della Municipale ed è stato trovato in possesso di un telefono cellulare del valore di 400 euro sottratto dalla borsetta di una cittadina veneziana ferma al banco della frutta. Il 26enne è stato arrestato e portato nella cella di sicurezza della polizia locale. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pedinato dalla Municipale, gli trovano addosso un cellulare appena rubato: arrestato

VeneziaToday è in caricamento