menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pedinato dalla Municipale, gli trovano addosso un cellulare appena rubato: arrestato

Il cittadino 26enne tunisino, già noto agli agenti, è stato fermato martedì a Venezia all'uscita di un supermercato per furto aggravato: aveva sottratto il telefono a una signora

Gli agenti della Municipale lo hanno seguito per un bel po', perché il 26enne arrestato martedì a Castello per furto aggravato era già noto alle forze dell'ordine. Intorno alle 13.30 gli operatori della locale lo vedono compiere strani movimenti, tenere d'occhio tutte le borse dei passanti e accodarsi ad ogni possibile vittima, continuando a cambiare repentinamente direzione e verso di marcia.

Dopo un primo tentativo di furto ai danni di un turista che si era fermato a guardare la vetrina di un negozio in Salizada San Lio, sventato dal turista stesso con alcuni schiaffi rivolti al borseggiatore, l'uomo entra in un supermercato a Castello. Dopo esser uscito una prima volta dal negozio, e rientrato dopo pochi minuti, l'uomo esce una seconda volta in gran fretta andando verso Campo Santa Maria Formosa.

Il sospetto è stato bloccato dagli agenti della Municipale ed è stato trovato in possesso di un telefono cellulare del valore di 400 euro sottratto dalla borsetta di una cittadina veneziana ferma al banco della frutta. Il 26enne è stato arrestato e portato nella cella di sicurezza della polizia locale. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lo show "4 Hotel" dello chef Bruno Barbieri parte da Venezia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento