rotate-mobile
Cronaca Camponogara

"Si è fatto beffe dell'obbligo di stare a casa di notte": arrestato il gelataio di Mira

In manette il 47enne domiciliato a Camponogara che nei giorni scorsi era stato denunciato per allacciamento abusivo all'energia elettrica nella sua gelateria in territorio mirese

Dalla denuncia al carcere: il gelataio 47enne titolare di una gelateria a Mira denunciato nei giorni scorsi dai carabinieri per allacciamento abusivo alla corrente elettrica, è finito in manette lunedì pomeriggio. A fermarlo sono stati i militari dell'Arma della stazione di Camponogara, che hanno eseguito un decreto di sospensione dell'affidamento in prova, emesso dall'Ufficio di sorveglianza del Tribunale di Venezia, nei confronti del gelataio, residente proprio a Camponogara. 

Nel 2015 condanna per bancarotta

Secondo una nota dei carabinieri, il 47enne sarebbe stato sottoposto all'affidamento in prova con obbligo di permanenza notturna nel proprio domicilio a partire da ottobre 2015 a causa di una condanna per bancarotta fraudolenta. Secondo i militari dell'Arma, però, avrebbe più volte violato le prescrizioni, tant'è vero che durante alcuni controlli notturni l'uomo non sarebbe stato trovato a casa. 

Disposto il carcere

A quel punto la decisione del Tribunale di aggravare la misura di limitazione della libertà personale, disponendo l'accompagnamento al carcere di Santa Maria Maggiore del 47enne, che per quanto riguarda la questione riguardante l'allacciamento abusivo scoperto dai carabinieri nei giorni scorsi aveva allontanato da sé le accuse dichiarando di essere titolare di un regolare contratto sul libero mercato.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Si è fatto beffe dell'obbligo di stare a casa di notte": arrestato il gelataio di Mira

VeneziaToday è in caricamento