Cronaca

Violento hooligan ricercato in Ucraina e rintracciato a Bibione: in arresto

Operazione dei carabinieri: l'uomo, 31enne, è ritenuto responsabile dei reati di rissa, danneggiamento aggravato e furto. È stato portato in carcere in attesa dell'estradizione

Un personaggio a dir poco irrequieto: è stato arrestato mercoledì mattina dai carabinieri della stazione di Bibione tale A.C., 31enne ucraino residente in Germania, colpito da mandato di cattura internazionale emesso dalle autorità ucraine nel 2011. L’individuazione è stata possibile anche grazie ai maggiori controlli sulle strutture ricettive del litorale, che recentemente hanno visto impegnate anche le squadre operative di supporto dell’Arma, unità addestrate a fronteggiare possibili minacce terroristiche.

L'uomo, che si trovava in un hotel della località balneare, è ritenuto responsabile di violenza, rissa, danneggiamento aggravato e furto in occasione di una partita di calcio svoltasi nel luglio del 2008 in Ucraina: secondo i carabinieri una sorta di “hoolingan”. I reati contestati potrebbero costargli fino a quattro anni di reclusione. L’ucraino è stato condotto in carcere a Pordenone in attesa di essere estradato nel Paese di origine una volta terminate le formalità burocratiche.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Violento hooligan ricercato in Ucraina e rintracciato a Bibione: in arresto

VeneziaToday è in caricamento