Cronaca Chirignago / Via Miranese

Gli punta il coltello alla gola per rapinarlo, poi lo pesta: arrestato dopo un mese di latitanza

L'episodio risale allo scorso settembre. Il rapinatore, un 23enne di origini tunisine, è stato rintracciato in via Miranese e condotto in carcere in attesa di processo

Era ricercato da settimane per una rapina a mano armata. Dopo oltre un mese di ricerche, nella giornata di lunedì, gli uomini della polizia di stato hanno trovato H.O., 23enne cittadino tunisino, mentre si aggirava in via Miranese a Mestre.

Nel mese di settembre, il 23enne aveva puntato il coltello alla gola di un cittadino per farsi consegnare il portafoglio, poi lo aveva percosso con calci e pugni, procurandogli anche la frattura di un alluce. Le indagini condotte dagli uomini del GAMM (Gruppo Anticrimine Mestre e Marghera) della squadra mobile di Venezia avevano permesso di identificare chi fosse l’autore del reato, facendo emettere al GIP del Tribunale di Venezia un’ordinanza di custodia cautelare. Ma il malvivente aveva ben pensato di darsi alla latitanza, facendo perdere le proprie tracce. Gli investigatori non escludono che il tunisino abbia goduto dell’ospitalità di qualche residente.

Il delinquente era già noto alla forze di polizia e vanta numerosi precedenti per rapina, lesioni, resistenza a pubblico ufficiale e false dichiarazioni. Ora dovrà rispondere per i reati di rapina aggravata e lesioni personali: in attesa del processo è stato condotto dagli agenti nella casa circondariale di Santa Maria Maggiore.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gli punta il coltello alla gola per rapinarlo, poi lo pesta: arrestato dopo un mese di latitanza
VeneziaToday è in caricamento