menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Odore sospetto nel treno, in valigia aveva 30mila euro in marijuana

Arrestato alla stazione di Mestre un 37enne che viaggiava in un convoglio ad alta velocità trasportando sette chili e mezzo di droga

Tradito dal forte odore che emanava nel chiuso dei vagoni del treno la sua valigia, un passeggero dell'alta velocità è stato arrestato giovedì sera dalla squadra Mobile di Padova, impegnata in un servizio antidroga, con l'ausilio della polizia ferroviaria di Mestre che ha dato supporto ai colleghi patavini per fermare il sospettato nella stazione di terraferma.

UN CARICO SCOMODO - Nonostante il tentativo dello spacciatore di mitigare le potenti zaffate con un continuo andirivieni dai vagoni, entrando ed uscendo dai bagni del convoglio, l'atteggiamento e gli odori sospetti hanno messo in allarme dapprima gli altri passeggeri, quindi le forze dell'ordine. Gli investigatori della Mobile sono saliti sul treno e hanno bloccato il proprietario del bagaglio, un 37enne nigeriano, trovato in possesso di ben sette chili e mezzo di marijuana, per un valore di oltre 30mila euro. Per lui sono scattate le manette con l'accusa di spaccio di ingenti quantitativi di droga, ed è stato quindi accompagnato al carcere di Santa Maria Maggiore, in laguna, a disposizione dell'autorità ferroviaria.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento