menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Deve espiare due anni e sei mesi di pena ma si dà alla macchia: finisce in manette

Un 20enne di origini marocchine è stato arrestato a Jesolo, in piazza Equilio. Gli agenti l'hanno individuato, e subito il delinquente ha manifestato segni di nervosismo

Si aggirava con fare sospetto, e alla vista della pattuglia della polizia aveva assunto un comportamento compromettente. Ecco perché nel pomeriggio di giovedì, gli agenti di Jesolo hanno effettuato un controllo a un cittadino marocchino, M.M. di 20 anni, che si aggirava in via Equilio.

Il nervosismo che dimostrava sin dal principio, non era certo ingiustificato. Dai controlli di polizia, infatti, l’uomo risultava colpito da un'ordine di esecuzione per la carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica di Venezia. Per scontare la sua pena avrebbe dovuto trascorrere in cella due anni e sei mesi, ragion per cui aveva ben pensato di darsi alla macchia.

Gli uomini in divisa hanno quindi proceduto con l'arresto immediato del 20enne, conducendolo dapprima al locale commissariato di polizia per espletare le incombenze burocratiche, per poi trasferirlo al carcere di Santa Maria Maggiore. Il delinquente si era reso responsabile, in passato, di numerosi reati, dall'invasione di terreni o edifici fino alla tentata rapina aggravata.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Attualità

L'isola di Santa Maria delle Grazie può uscire dall'abbandono

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento