Venerdì, 18 Giugno 2021
Cronaca

Confeziona e spaccia dosi di cocaina in casa, operaio arrestato

I carabineri tenevano d'occhio la sua abitazione ad Annone da un po' e quando hanno deciso di fare irruzione hanno trovato la droga sul tavolo della cucina

I carabinieri del nucleo operativo e radiomobile della compagnia di San Donà di Piave hanno eseguito un rapido ed efficace intervento nel vicino comune di Annone Veneto, arrestando un 31enne del luogo mentre stava confezionando una serie di dosi di cocaina, presumibilmente destinate alla successiva vendita.

SOTTO CONTROLLO - Nel tardo pomeriggio del 13 gennaio i militari hanno infatti intrapreso un servizio di osservazione nelle vicinanze dell’abitazione di un operaio di Annone Veneto, che da alcuni riscontri info-investigativi era risultato dedito allo spaccio di stupefacente. Dopo essere giunto a casa con un altro giovane che, una volta entrato nell’abitazione assieme al proprietario, si è allontanato dopo un brevissimo periodo di permanenza, i militari hanno notato arrivare un altro trentenne a bordo di un furgone, a cui era stato aperto il cancello condominiale dopo che aveva suonato al campanello dell'indagato. Ritenendo di essere davanti ad un appuntamento per la vendita di droga, gli uomini del nucleo operativo e radiomobile sono entrati nell’appartamento trovando immediato riscontro ai sospetti.

LA STANZA DELLE MERAVIGLIE - Il tavolo della cucina, infatti, non era imbandito di pietanze da gustare per la cena, ma era colmo di ritagli circolari di cellophane ricavati da alcuni sacchetti di plastica, pronti per contenere le dosi di cocaina che l’uomo si accingeva a preparare prelevandola da un sacchetto più grande, che si trovava sul tavolo assieme a un bilancino di precisione per l’esatta pesatura. Immediata la perquisizione dell’intera abitazione che ha consentito di rinvenire ulteriori sacchetti di cocaina e dosi già preparate, per un peso complessivo di circa 100 grammi. Tra lo stupefacente era presente anche la dose di un grammo di Ketamina, droga di natura sintetica e prevalentemente utilizzata dagli assuntori che cercano lo sballo nei fine settimana. Tutto lo stupefacente è stato sequestrato, come anche per la somma di circa 700 euro ritenuta provento dell’illecita attività di spaccio. L'operaio indagato è stato quindi condotto negli uffici di San Donà dove è stato arrestato per il reato di detenzione ai fini di spaccio di stupefacente. L’arrestato è stato poi accompagnato alla casa circondariale di Pordenone per la successiva udienza di convalida.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Confeziona e spaccia dosi di cocaina in casa, operaio arrestato

VeneziaToday è in caricamento