menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Operaio di Sottomarina in manette, in casa un "supermarket" di droghe

Il 39enne è stato fermato per una perquisizione dai carabinieri, che gli hanno trovato addosso diversi grammi di cocaina, già in dosi separate

Faceva l'operaio ma, stando a quanto hanno scoperto i carabinieri del nucleo operativo della compagnia di Chioggia, per “arrotondare” non si faceva scrupoli a mantenere in piedi un piccolo supermarket di stupefacenti, per questo un 39enne di Sottomarina venerdì pomeriggio è finito in manette.

GRANDE VARIETÀ – Durante un controllo di routine in centro città, infatti, i carabinieri hanno sottoposto l'uomo a perquisizione personale, scoprendolo così in possesso di cinque dosi di cocaina per un peso complessivo di quattro grammi. Immediatamente il controllo è stato esteso all'abitazione del 39enne, e qui i carabinieri si sono resi conto di come l'uomo fosse perfettamente organizzato per la vendita di stupefacenti in strada, dato che in casa sono stati sequestrati ventinove grammi di cocaina, ventitre di hashish e sedici di marijuana, oltre alla somma contante di 4.550 euro ritenuti provento di spaccio. Sabato mattina l'operaio - pusher è stato condotto presso il Tribunale di Venezia per il giudizio per direttissima.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sciopero generale, Sgb incrocia le braccia per 24 ore nei trasporti

Attualità

Rischia di saltare la prima della scuola media Calvi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento