menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Arrestato per spaccio, ci ricasca: beccato con 27 dosi di cocaina, finisce in manette

I carabinieri nella notte di domenica ha condotto in carcere un 31enne tunisino per spaccio di sostanze stupefacenti. L'hanno beccato in flagrante in via Bottenigo, a Marghera

Recidivo, è finito in manette. Nella notte di domenica, i carabinieri hanno arrestato B.A., 31enne originario della Tunisia, con l'accusa di spaccio di sostanze stupefacenti. Individuare il pusher non è stato difficile. Le forze dell'ordine si trovavano infatti in ricognizione in via Bottenigo a Marghera, quando hanno notato un'automobile avvicinarsi e poi fermarsi nelle vicinanze di un uomo in atteggiamento compromettente.

Gli uomini in divisa, insospettiti, hanno quindi deciso di procedere ad un controllo dell'uomo, che appariva sin dal principio piuttosto innervosito. A seguito di una prima perquisizione, i loro sospetti si sono rivelati fondati: il pusher, infatti, è stata trovato in possesso di 27 dosi di cocaina, che avrebbe probabilmente "smerciato" durante la nottata di lavoro. Colto in flagrante, il 31enne ha prima spintonato uno dei carabinieri, per poi tentare la fuga.

Un tentativo maldestro, dal momento che i militari sono riusciti, dopo un breve inseguimento, a placcarlo e a mettergli le manette ai polsi. Lo spacciatore, da quanto appurato da successivi controlli, è un habitué dello spaccio. Era stato già arrestato, infatti, la settimana precedente e poi liberato in seguito al processo per direttissima. Alla luce dei suoi precedenti, è stato quindi condotto nella casa circondariale di Santa Maria Maggiore a Venezia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Attualità

L'isola di Santa Maria delle Grazie può uscire dall'abbandono

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento