menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Gli vende dell’eroina e lui “canta”: in manette spacciatore a Mestre

Il pusher, di origine tunisina, era già noto alle forze dell'ordine per fatti legati alla droga: è stato bloccato dalla polizia che gli ha trovato addosso quasi 40 grammi di cocaina

Era solito utilizzare una bicicletta per accelerare i suoi spostamenti e dileguarsi nel nulla in caso fosse stato sorpreso dalle forze dell’ordine, e inoltre teneva sempre con lui almeno due cellulari per rendere più sicuro il suo “lavoro”.

SPACCIATORE MINORENNE TROVATO CON L'EROINA NELLE MUTANDE

"PUSHER ESPERTO". Accorgimenti da pusher esperto che non sono bastati ad eludere le forze dell’ordine che il 18 marzo scorso, dopo averlo sorpreso a vendere l’ennesima dose di droga, lo hanno arrestato. La polizia di Mestre, infatti, che lo teneva d’occhio da tempo, seguendone gli spostamenti a bordo di una due ruote di colore grigio, è riuscita a coglierlo con le mani nel sacco mentre vendeva dello stupefacente ad un giovane seduto nei pressi di una fermata dell’autobus poco lontana da casa sua.


L'ARRESTO. Gli agenti hanno messo alle strette il ragazzo che ha cominciato a “cantare” confessando l’acquisto della droga dallo spacciatore tunisino e di aver preso almeno altre 50 confezioni, del prezzo di 15-20 euro l’una, dallo stesso venditore. I poliziotti, allora, che tenevano sotto controllo l’abitazione del malvivente hanno quindi fatto irruzione. Appena entrati il tunisino ha tentato invano di disattivare il telefono che aveva in mano. L’uomo è stato quindi bloccato e perquisito con esito positivo poiché nel giubbotto sono stati trovati un involucro contenente 25,8 ed un altro pacchetto contenente 9,5 grammi di cocaina, oltre a due cellulari ed alla somma di sedici euro corrispondente a quanto versato per la cessione della dose. Il tunisino, sentito il P.M., è stato condotto nella Casa Circondariale Santa Maria Maggiore di Venezia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento