Colpo alla camorra in Veneto, arrestato anche il sindaco di Eraclea. Sequestri per 10 milioni

Maxi operazione della guardia di finanza e della polizia, coordinati dalla Dda. Cinquanta misure cautelari eseguite nelle prime ore di martedì. Scoperto un sistema fatto di estorsioni, favori, gestione della droga e della prostituzione

Dopo la 'ndrangheta, tocca alla camorra. La guardia di finanza e la polizia, coordinate dalla Dda (direzione distrettuale antimafia) di Venezia, stanno eseguendo 50 misure cautelari e 11 provvedimenti di obbligo di dimora e di altro tipo. Sequestrati beni per 10 milioni di euro. Anche il sindaco di Eraclea, Mirco Mestre, sarebbe finito in manette: per lui l'accusa è voto di scambio in occasione delle elezioni del 2016, quando, secondo gli investigatori, riuscì a ottenere un certo numero di preferenze (sufficiente per farlo vincere) promettendo in cambio favori ai camorristi.

ESTORSIONI, DROGA, PROSTITUZIONE: TUTTI I DETTAGLI DELL'OPERAZIONE

Gli arresti

Gli arresti sono scattati principalmente nel Veneto orientale. I destinatari del provvedimento sono accusati, a vario titolo, di associazione a delinquere di stampo mafioso e altri gravi reati.

GUARDA IL VIDEO DEGLI ARRESTI

L'indagine

L’indagine è stata condotta dal Gico del nucleo di polizia economico finanziaria della guardia di finanza di Trieste e dalla squadra mobile di Venezia. Dalle prime ore dell’alba sono impegnati per eseguire le misure cautelari oltre 300 uomini dello Scico della guardia di finanza, dello Sco della polizia e del nucleo di polizia economico-finanziaria di Venezia.

«Un plauso a procuratore e forze dell'ordine»

Non sono mancati i complimenti del governatore del Veneto Luca Zaia: «Mi sento di ringraziare a nome di tutta la gente per bene il procuratore nazionale antimafia Federico Cafiero De Raho e il procuratore distrettuale di Venezia Bruno Cherchi, per un successo nella lotta alla criminalità organizzata che contribuisce a portare sui nostri territori sicurezza, ordine e legalità. Credo di interpretare il sentimento dei Veneti - ha concluso - nel rivolgere un ringraziamento riconoscente a tutti gli uomini e le donne delle forze dell’ordine che si sono impegnati per il successo del blitz. Oggi la giornata comincia davvero nel migliore dei modi». Anche il sindaco di Venezia Luigi Brugnaro si è accodato ai ringraziamenti a Procura e forze dell'ordine.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un ragazzo di 25 anni si è sparato e ucciso in una palestra di Marghera

  • L'auto finisce fuori strada: morto 22enne di Noventa di Piave, due feriti gravi

  • "Duri i banchi": origine e significato di questo modo di dire tutto veneziano

  • Blitz della polizia al centro sociale Rivolta di Marghera

  • Il Mose evita l'acqua alta a Venezia. Venerdì previsti altri 130 centimetri

  • Nicolò, «atleta e professionista in campo e nella vita». Il ricordo degli amici

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeneziaToday è in caricamento