menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Colpo alla camorra in Veneto, arrestato anche il sindaco di Eraclea. Sequestri per 10 milioni

Maxi operazione della guardia di finanza e della polizia, coordinati dalla Dda. Cinquanta misure cautelari eseguite nelle prime ore di martedì. Scoperto un sistema fatto di estorsioni, favori, gestione della droga e della prostituzione

Dopo la 'ndrangheta, tocca alla camorra. La guardia di finanza e la polizia, coordinate dalla Dda (direzione distrettuale antimafia) di Venezia, stanno eseguendo 50 misure cautelari e 11 provvedimenti di obbligo di dimora e di altro tipo. Sequestrati beni per 10 milioni di euro. Anche il sindaco di Eraclea, Mirco Mestre, sarebbe finito in manette: per lui l'accusa è voto di scambio in occasione delle elezioni del 2016, quando, secondo gli investigatori, riuscì a ottenere un certo numero di preferenze (sufficiente per farlo vincere) promettendo in cambio favori ai camorristi.

ESTORSIONI, DROGA, PROSTITUZIONE: TUTTI I DETTAGLI DELL'OPERAZIONE

Gli arresti

Gli arresti sono scattati principalmente nel Veneto orientale. I destinatari del provvedimento sono accusati, a vario titolo, di associazione a delinquere di stampo mafioso e altri gravi reati.

GUARDA IL VIDEO DEGLI ARRESTI

L'indagine

L’indagine è stata condotta dal Gico del nucleo di polizia economico finanziaria della guardia di finanza di Trieste e dalla squadra mobile di Venezia. Dalle prime ore dell’alba sono impegnati per eseguire le misure cautelari oltre 300 uomini dello Scico della guardia di finanza, dello Sco della polizia e del nucleo di polizia economico-finanziaria di Venezia.

«Un plauso a procuratore e forze dell'ordine»

Non sono mancati i complimenti del governatore del Veneto Luca Zaia: «Mi sento di ringraziare a nome di tutta la gente per bene il procuratore nazionale antimafia Federico Cafiero De Raho e il procuratore distrettuale di Venezia Bruno Cherchi, per un successo nella lotta alla criminalità organizzata che contribuisce a portare sui nostri territori sicurezza, ordine e legalità. Credo di interpretare il sentimento dei Veneti - ha concluso - nel rivolgere un ringraziamento riconoscente a tutti gli uomini e le donne delle forze dell’ordine che si sono impegnati per il successo del blitz. Oggi la giornata comincia davvero nel migliore dei modi». Anche il sindaco di Venezia Luigi Brugnaro si è accodato ai ringraziamenti a Procura e forze dell'ordine.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bollo auto, prorogata ancora la scadenza del pagamento in Veneto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento