menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'hashish sequestrato a un pusher 37enne di Marghera

L'hashish sequestrato a un pusher 37enne di Marghera

Ladri, picchiatori e spacciatori: Mestre e dintorni, piovono denunce

I carabinieri negli ultimi giorni hanno messo i bastoni tra le ruote a tre predoni, un pusher e altri malintenzionati specie tra Marghera e Mestre

Controlli preventivi sulle strade e in punti "cruciali" del malaffare. E piovono arresti e denunce nella terraferma veneziana. Tra violenze, furti e droga i carabinieri della compagnia di Mestre e delle stazioni di Miranese e Riviera sono state molto impegnate nei giorni scorsi, ma i risultati non sono mancati. In primis un 29enne di origini pordenonesi ma residente nel Veneziano è finito in manette perché destinatario di un ordine di carcerazione emesso dal gip di Tolmezzo per "circonvenzione di incapace". Deve scontare una pena di due anni di reclusione.

Denunce e sequestri hanno invece si sono concentrati soprattutto nei territori di Martellago e Marghera, come nel caso di una coppia di cittadini di nazionalità moldava, un 23enne e un 22enne, che giovedì scorso è stata sorpresa durante un semplice controllo stradale con l'auto zeppa di arnesi da scasso, con sé avevano anche taniche e tubi in plastica di cui non sapevano giustificare il possesso. Il materiale naturalmente è stato sequestrato, mentre i giovani sono stati denunciati. Gli investigatori dell'Arma, anche in virtù del fatto che negli ultimi giorni le razzie nel comune veneziano sembrerebbero essersi attenuate, sospettano che i due possano essere alcuni tra i delinquenti che negli ultimi tempi hanno messo a segno diversi colpi in zona.

Poco più in là, a Maerne di Martellago, è scattato negli stessi giorni un controllo che ha poi portato a una denuncia per una coppia per mancata osservanza delle norme vigenti nella custodia delle armi: P.D., 37enne, avrebbe secondo i militari ceduto a un conoscente un fucile. Il tutto però con un dettaglio: lui l'autorizzazione per detenerlo ce l'aveva, l'altro no. Dalla successiva perquisizione nell'abitazione di Marghera di una 32enne sono state sequestrate anche due sciabole orientali non denunciate. Sempre nella città giardino è finito nei guai un pusher 37enne sorpreso per strada con dell'hashish. In casa è saltato fuori il grosso della "partita": nell'armadio infatti nascondeva una tavoletta di 65 grammi di stupefacente, con ogni probabilità pronto per essere venduto in pochi giorni.

Marghera protagonista pure di un recente intervento dei carabinieri: stavolta negli uffici della Provincia, dove una dipendente ha lanciato l'allarme per il furto del proprio portafoglio. La donna l'aveva lasciato sulla scrivania e in pochi istanti era sparito. A trafugarlo un 42enne del posto (poi denunciato) bloccato dagli agenti ancora all'interno dello stabile, grazie alle testimonianze dei presenti. L'intervento è andato in porto anche perché l'Arma è intervenuta in pochi minuti. In due casi invece si è passati dalle minacce verbali (anche pesanti) tra un 30enne di nazionalità moldava e una conoscente incontrata per strada nel territorio mestrino per vecchie ruggini a una più grave segnalazione alla magistratura di un 43enne di nazionalità marocchina che all'interno di un magazzino aziendale mestrino, per questioni lavorative, avrebbe preso a calci e pugni un collega, poi finito al pronto soccorso. Per lui traumi lievi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Estate 2021, Ryanair annuncia 65 nuove rotte dal Veneto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento