Domenica, 21 Luglio 2024
Cronaca

Si erano dati alla macchia per non scontare la pena dietro le sbarre: pregiudicati in manette

Fine settimana di arresti per i carabinieri della compagnia di Portogruaro: a finire in carcere un 44enne di Eraclea, un 54enne di San Michele e un 36enne di Pramaggiore

Fine settimana all'insegna degli arresti per i carabinieri della compagnia di Portogruaro, che nel territorio di propria competenza hanno eseguito tre ordini di carcerazione. Tutti italiani, i pregiudicati avevano pensato di darsi alla macchia piuttosto che scontare la propria pena dietro alle sbarre, ma non sono sfuggiti ai militari dell'Arma.

Nella prima operazione, i carabinieri di Caorle hanno arrestato S.E., 44enne residente ad Eraclea, colpevole di alcuni atti persecutori proprio nel territorio del polo turistico balneare. L'uomo, sul quale pendeva un ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica al tribunale ordinario di Pordenone, dovrà espiare una pena di 1 anno e 8 mesi di reclusione.

Analoga operazione è andata in scena a San Michele al Tagliamento, con i carabinieri della locale stazione che hanno rintracciato e messo le manette ai polsi a M.P., 53enne pregiudicato originario di Latisana ma residente nel comune del Veneziano. Ritenuto colpevole per reati contro l'ambiente commessi lungo le rive del Tagliamento, dovrà espiare una pena residua di 20 giorni. Dopo essere stato fermato, gli uomini in divisa lo hanno condotto nella casa circondariale Castello di Pordenone.

Anche i carabinieri di Annone Veneto, al seguito di una specifica attività info-operativa, hanno rintracciato e arrestato B.G., pluripregiudicato 36enne originario di Venosa (Potenza), residente nell'hinterland pordenonese, ma di fatto domiciliato a Pramaggiore. Sul delinquente pendeva un ordine di carcerazione di 2 anni e 2 mesi, poiché ritenuto colpevole di insolvenza fraudolenta e truffa commesse nel triangolo dei centri di San Donà di Piave, Pravisdomini (Pordenone) e San Vito al Tagliamento (Pordenone). Condotto in carcere a Pordenone, è a disposizione dell'autorità giudiziaria.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si erano dati alla macchia per non scontare la pena dietro le sbarre: pregiudicati in manette
VeneziaToday è in caricamento