menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La raffica di arresti contro la 'Ndrangheta: in manette anche un margherino e un veneziano

Il primo è un 48enne nato a Monaco di Baviera ma residente nella città giardino. Il secondo è il presidente della Union Pro di Mogliano (Eccellenza), 55 anni. Sono stati 169 gli arresti

Nella maxi operazione dei carabinieri del Ros contro la 'Ndrangheta, con ben 169 arresti tra Italia e Germania, figurano coinvolti anche due cittadini legati al territorio veneziano. In manette sono finiti anche M.G., presidente della Union Pro di Mogliano (gioca in Eccellenza), 55enne originario di Venezia. Si trova ai domiciliari. Il secondo è A.G., 48enne nato a Monaco di Baviera ma residente a Marghera. L'operazione, denominata Stige, è scattata all'alba di martedì con la collaborazione del Ros e del Comando provinciale dell'Arma di Crotone.

Raffica di arresti

Gli arresti sono stati eseguiti in diverse regioni italiane e in Germania, al termine di indagini coordinate dalla Direzione distrettuale antimafia (Dda) di Catanzaro. Al centro dell’inchiesta le attività criminali della cosca Farao-Marincola, una delle più potenti della Calabria, con ramificazioni anche nel Nord e Centro Italia (in particolare Emilia Romagna, Veneto, Lazio, Lombardia) e in Germania.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gli interessi della cosca

Dall'accoglienza ai migranti alla fornitura di vino e preparati per la pizza a ristoranti in Germania, dal taglio di alberi al turismo, dalla vendita del pescato dei porti di Cirò Marina e Cariati (Cosenza) alla raccolta e riciclo di materie plastiche e rifiuti solidi urbani. Niente sfuggiva alla mire fameliche della cosca Farao-Marincola di Cirò Marina che andava a braccetto con la politica e si avvaleva di imprenditori compiacenti, se non collusi. Secondo gli inquirenti, nel caso di rappresentanti delle istituzioni locali coinvolti, si delineerebbero linee guida diverse rispetto al passato: non più politici che vanno a chiedere il voto alle cosche in cambio di favori, ma veri e propri uomini delle 'ndrine fatti eleggere per tutelare gli interessi economici dell'organizzazione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Blue Monday: oggi è il giorno più triste dell'anno, ecco perché

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Blue Monday: oggi è il giorno più triste dell'anno, ecco perché

  • social

    Il gobbo di Rialto e la storia dell'ultimo bacio dei fustigati

  • Ristrutturare

    Bonus mobili 2021: come funziona e come ottenerlo

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento