Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca Via Pasteur

Minacciato all'ospedale di Dolo dai parcheggiatori abusivi, tre arresti

Oltre a loro anche un denunciato per tentata estorsione dopo l'aggressione a un anziano. Il pm ha disposto per loro il divieto di dimora

L'ospedale di Dolo

Aggredito perché non voleva pagare l'obolo ai parcheggiatori abusivi dell'ospedale di Dolo. Anzi, quasi picchiato dai parcheggiatori, tutti africani. Prima offeso, minacciato e poi dalle parole si è passati ai fatti. Disavventura per un anziano costretto a recarsi quotidianamente al nosocomio di via Pasteur.

Il 15 maggio, però, dopo essersi rifiutato di aprire il portafoglio per il "servizio" fornito da sei abusivi, il fattaccio. Davanti agli altri utenti dell'istituto sanitario. Uno dei compari, infatti, ha inserito la mano all'interno dell'abitacolo dell'auto tentando di afferrare il malcapitato alla gola, mentre un altro ha cercato di sferrargli un pugno al volto. Dopodiché altri quattro "colleghi" hanno iniziato a dondolare con violenza l'auto. Solo dopo alcuni interminabili minuti l'anziano è riuscito quindi a ingranare la marcia e scappare via.

Lanciando poi l'allarme ai carabinieri, intervenuti in abiti borghesi nel parcheggio incriminato. L'aggredito quindi è riuscito a indicare ai militari in incognito tre dei sei parcheggiatori abusivi. Dopodiché il blitz. Due auto della polizia municipale hanno fatto il loro ingresso nel parcheggio, mettendo in fuga i malintenzionati. Uno di loro, per sfuggire all'arresto, si è tuffato nel Brenta. Ma è stato tutto inutile.

Alla fine i carabinieri hanno arrestato tre persone, un 29enne e un 25enne nigeriani e un 33enne originario del Niger. Tutti senza fissa dimora. L'anziano ha raccontato agli investigatori anche che una settimana prima, l'8 maggio, era rimasto vittima di una aggressione simile. Sempre da parte di tre abusivi. Dopo averne riconosciuto uno, un 51enne sudanese, quest'ultimo è stato denunciato per tentata estorsione aggravata. Reato di cui sono accusati anche gli altri tre arrestati. Il gip Roberta Marchiori, poi, in sede di convalida ha mutato la misura cautelare in divieto di dimora nel Comune di Dolo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Minacciato all'ospedale di Dolo dai parcheggiatori abusivi, tre arresti

VeneziaToday è in caricamento