menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il viavai è sospetto, scatta il blitz: in taverna una serra con 21 piante di marijuana

L'operazione è stata portata a termine dalla polizia in un'abitazione di Oriago di Mira. Arrestato un 27enne, che nascondeva in casa anche mezzo chilo di maria già "pronta"

Marijuana a chilometro zero. Nella tarda serata di martedì, gli agenti della Squadra mobile di Venezia hanno arrestato P.R., 27enne di Oriago di Mira, per coltivazione e detenzione di sostanza stupefacente a fini di spaccio.

Tutto è nato dai movimenti sospetti che gli agenti avevano notato già da tempo nella casa del giovane. Una viavai anomalo, che ha spinto le forze dell’ordine a far scattare il blitz. All’interno della taverna di casa, i poliziotti si sono trovati di fronte ad una vera e propria serra di marijuana, dotata di apparati tecnologici per far crescere la “maria”, con un efficiente sistema di areazione, irrigazione e lampade alogene per la coltivazione.

All’interno della serra, il 27enne stava coltivando 21 piante di marijuana, con un altezza compresa tra i 90 e i 150 centimetri. Durante le perquisizioni, inoltre, gliuomini in divisa hanno trovato anche 497 grammi di marijuana e 2,8 di hashish, nonché tutto l’occorrente per preparare e confezionare lo stupefacente e 1185 euro in contanti, in banconote di vario taglio. Lo stupefacente, le piante e tutta l’apparecchiatura sono stati sottoposti a sequestro penale, mentre il 27enne è stato arrestato e condotto nel carcere di Santa Maria Maggiore a Venezia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Attualità

Caldo anomalo, temperature record per febbraio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento