Nascondeva 31 chili di marijuana in casa: arrestato

Lo spacciatore, un 31enne albanese di San Donà, è stato fermato dai carabinieri del Norm di prima mattina in centro città. La "maria" gli avrebbe fruttato 150mila euro circa

I 31 chili di marijuana sequestrata

Trentuno chili di marijuana che avrebbero fruttato circa 150mila euro. I carabinieri del Norm di San Donà hanno arrestato ieri un cittadino albanese di 31 anni per traffico e detenzione illeciti di sostanza stupefacente, con l'aggravante della quantità. L'uomo, al termine delle attività di rito, è stato condotto nel carcere di Santa Maria Maggiore a Venezia su disposizione del pm della Procura veneziana.

Il delinquente, già noto alle forze dell'ordine, è stato fermato dai militari dell'Arma attorno alle 7 di mattina, mentre viaggiava a bordo della propria automobile in via Barcis a San Donà di Piave, suo Comune di residenza. Il 31enne si è dimostrato particolarmente nervoso all'atto del controllo, motivo per cui i carabinieri hanno deciso di fare un controllo alla sua abitazione nonostante la perquisizione del veicolo sul quale viaggiava non avesse dato alcun riscontro in termini di possesso di droga.

31 chili di marijuana in casa

I militari ci avevano visto giusto: all'interno dell'abitazione tra Caposile e San Donà che condivideva con la moglie e il figlio piccolo, in una stanza chiusa a chiave al piano mansardato, infatti, hanno trovato quattro borsoni che contenevano 48 buste termosaldate di vario peso, da 1 etto a un chilo, per un totale di 31 chili di "maria". Tutta la droga è stata sequestrata, alla pari di un bilancino di precisione e un telefono cellulare utilizzato con ogni probabilità solo per la gestione del traffico illecito. Lo stupefacente sarà ora sottoposto ad analisi approfondite, per capire quale possa essere il canale utilizzato per l'approvvigionamento; lo spacciatore, invece, è stato arrestato e portato in carcere.

La moglie non ne sapeva nulla

L'ipotesi degli investigatori è che l'uomo, che ha precedenti di polizia per reati contro il patrimonio, possa ricoprire il ruolo di "custode" della droga all'interno di una filiera di spaccio, ma serviranno ulteriori approfondimenti per confermarlo. Dalle prime indagini è emerso che la moglie sembra non fosse al corrente di nulla. La donna ha dichiarato di non sapere che in casa ci fossero 31 chili di marijuana. Una versione che è sembrata credibile, considerando che non aveva la chiave per poter accedere alla mansarda.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova ordinanza in Veneto: novità per le attività commerciali e limitazioni in vigore

  • Venezia fa il pieno di stelle Michelin, 8 i ristoranti premiati

  • Perché conviene stendere il bucato all'aperto anche in inverno

  • Incidente in auto nel pomeriggio: morto un 19enne di Mira, grave un suo coetaneo

  • Addio ad Andrea Michielan, morto a 21 anni

  • Nuova ordinanza in Veneto: «Il sabato medi e grandi negozi posso rimanere aperti»

Torna su
VeneziaToday è in caricamento