Dalle baby gang allo spaccio: 19enne in manette

La polizia ha arrestato un giovane giovedì pomeriggio a Marghera.

La droga e il bilancino sequestrati

Quando la polizia è arrivata ha trovato tre etti di hashish. Lo ha portato in questura e lui, lì, ha aggredito gli agenti. E' finito in manette un giovane di Marghera, E.C., 19 anni, già noto per aver fatto parte, in passato, delle baby gang. 

I fatti risalgono a giovedì mattina. I poliziotti della squadra volanti sono intervenuti in un'abitazione di via Fratelli Bandiera su richiesta del 118. Gli operatori sanitari erano arrivati per soccorrere una ragazza che aveva ingerito delle medicine ma il 19enne si opponeva. Gli agenti, dopo aver riportato la calma, hanno controllato l'intera casa e, in giardino, sotto la finestra del bagno, hanno trovato un panetto di hashish di circa 200 grammi, nonché un altro sacchetto con ulteriori pezzi di stupefacente del peso totale di 100 grammi della stessa sostanza.

Il 19enne ha ammesso di aver gettato la droga in giardino nel momento in cui ha visto gli agenti arrivare. In casa, invece, sono stati trovati dieci grammi di marijuana, oltre a un bilancino di precisione. Accompagnato in questura, il giovane si è scagliato contro gli agenti e li ha minacciati, tanto che sono arrivati ad arrestarlo. Venerdì mattina il giudice ha convalidato l'arresto e lo ha liberato in attesa del processo, sottoponendolo all'obbligo di dimora (misura alla quale era già sottoposto).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova ordinanza in Veneto: novità per le attività commerciali e limitazioni in vigore

  • Venezia fa il pieno di stelle Michelin, 8 i ristoranti premiati

  • Perché conviene stendere il bucato all'aperto anche in inverno

  • Incidente in auto nel pomeriggio: morto un 19enne di Mira, grave un suo coetaneo

  • Domani nuova ordinanza in Veneto, Zaia: «Misure per garantire la salute pubblica»

  • Addio ad Andrea Michielan, morto a 21 anni

Torna su
VeneziaToday è in caricamento