Banda "in tour" tra Vicenza e Verona finisce in manette al ritorno a Mestre

Tre cittadini dell'Est Europa sono stati arrestati martedì scorso con l'accusa di essere specializzati nel furto di vestiti nei centri commerciali. La refurtiva è stata sequestrata

I capi sequestrati

Li hanno seguiti "in tour" tra Vicenza e Verona, per poi aspettare il loro ritorno a Mestre e arrestarli. K.O., 30enne di nazionalità ucraina, B.M., 60enne romeno e C.V., 35enne suo connazionale, sono finiti in manette con l'accusa di furto pluriaggravato in concorso e continuato, nonché di ricettazione. La banda martedì scorso aveva messo nel mirino tre centri commerciali: uno nel capoluogo berico, uno nel capoluogo scaligero e uno a San Martino Buon Albergo, nella provincia veronese.

Una volta fermati a Mestre, dove si trovava la loro base logistica, nella loro auto sono spuntati diversi capi d'abbigliamento alla moda e sportivi, posti sotto sequestro, con ogni evidenza rubati tra gli scaffali e gli espositori il pomeriggio stesso. A corroborare questa ipotesi il rinvenimento del classico "kit" del ladro di vestiti: tronchesi e attrezzi per rimuovere le placche antitaccheggio.

 

Con ogni probabilità la merce era stata "commissionata" da qualcuno oppure sarebbe stata rivenduta dalla banda, su cui continuano le indagini degli inquirenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Visite ad amici o parenti in casa: le regole per il Veneto da sabato

  • Visite in casa a parenti e amici: le regole per il Veneto a partire da domani

  • Come cambia da domani il Veneto: regole, restrizioni e cosa si può fare

  • Chiude la Coop alla Nave de Vero. Al suo posto potrebbe arrivare Primark

  • Col nuovo Dpcm, dal 16 gennaio il Veneto rimarrà (quasi sicuramente) in area arancione

  • Dpcm, quando serve l'autocertificazione in Veneto: il modello ufficiale da scaricare

Torna su
VeneziaToday è in caricamento