rotate-mobile
Lunedì, 23 Maggio 2022
Cronaca San Donà di Piave

Arresto Belsito, finisce in manette anche il consulente Stefano Bonet

Entrambi sono stati raggiunti da una ordinanza di custodia cautelare. L'ex tesoriere della Lega Nord è accusato di truffa aggravata

Nuovo capitolo dell'inchiesta sull'utilizzo dei fondi della Lega Nord. Stamattina, infatti, la guardia di finanza ha arrestato l'ex tesoriere del Carroccio Francesco Belsito per associazione a delinquere e truffa aggravata. L'inchiesta, però, ha fatto scattare le manette anche nei confronti di Stefano Bonet, l'uomo che aveva suggerito a Belsito gli investimenti in Tanzania con i soldi del partito.

Le indagini avevano coinvolto fin da subito il sandonatese, titolare di una ditta nella città veneziana, proprio per la sua attività di consulente finanziario. L'inchiesta è stata coordinata dalla Procura di Milano. Altre due persone sarebbero ricercate. Oltre ai magistrati del capoluogo lombardo, accertamenti sull'utilizzo dei rimborsi elettorali della Lega sono stati eseguiti anche dalle Procure di Napoli e Reggio Calabria.

BONET E QUEL BONIFICO "INASPETTATO"

BONET SI DIFENDE: "MAI SOLDI DALLA LEGA"

BONET E I CONSIGLI PER GLI INVESTIMENTI

"AFFAIRE TANZANIA", PERQUISIZIONI A SAN DONA'

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arresto Belsito, finisce in manette anche il consulente Stefano Bonet

VeneziaToday è in caricamento