rotate-mobile
Martedì, 25 Gennaio 2022
Cronaca

Recuperò il Molino Stucky dopo il rogo, arrestato Bellavista Caltagirone

L'immobiliarista è finito in manette stamattina a Imperia con l'accusa di truffa ai danni dello Stato per circa 500mila euro riguardo la costruzione del porto turistico della città ligure

Ha recuperato il Molino Stucky dopo che quest'ultimo nel 2003 era stato colpito da un devastante incendio e lo ha reso l'albergo più grande di Venezia. Di lusso, naturalmente. Cinque stelle e inserimento nella catena Hilton. Ora, però, i guai giudiziari. L'imprenditore Francesco Bellavista Caltagirone è stato arrestato stamattina con un blitz congiunto della polizia postale e della guardia di finanza a Imperia.


L'accusa è di truffa aggravata nei confronti dello Stato per un importo di circa 500mila euro nell'ambito della costruzione del nuovo porto turistico della città ligure. Un vero cataclisma nel mondo immobiliare italiano. Anche in quello veneto. Il 73enne, presidente del gruppo Acqua Marcia, aveva presentato nel 2006 alla stampa la nuova facciata del Molino Stucky, fondamentale esempio di architettura industriale, riconsegnandola così alla vista dei veneziani.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Recuperò il Molino Stucky dopo il rogo, arrestato Bellavista Caltagirone

VeneziaToday è in caricamento