Giovedì, 13 Maggio 2021
Cronaca

Sfruttava ragazze in Moldavia, la latitanza finisce a Campagna Lupia

Ventenne arrestato dai carabinieri dopo essere scappato dal suo Paese per darsi alla macchia in Riviera del Brenta. Rischia sette anni di carcere

Era ricercato dalla polizia moldava per sfruttamento della prostituzione. Di tante giovani ragazze del suo Paese che fino a settembre 2012 sarebbero rimaste sotto al suo giogo. Poi la fuga, col fiato sul collo degli inquirenti, e la latitanza in Italia. A Campagna Lupia per la precisione, dove M.M., 20enne, è stato arrestato in una abitazione in cui risiede una sua connazionale.

I carabinieri della compagnia di Chioggia e del Nucleo Investigativo, dopo aver ricevuto una segnalazione dall'Interpol, si sono messi alla caccia del giovane, accusato di avere in passato preso in affitto alcuni appartamenti per poi farli diventare dei bordelli. Un controllo stradale alla donna qualche giorno fa e poi l'inizio di appostamenti attorno all'abitazione. M.M., infatti, era molto cauto. Usciva solo di sera, non si faceva vedere in giro. Una volta che però i militari hanno avuto la sicurezza di trovarsi di fronte al ricercato è scattato il blitz, cui il 20enne non ha opposto resistenza. Accompagnato in carcere a Venezia, dovrebbe a breve essere trasferito in Moldavia, dove rischia una pena di sette anni di reclusione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sfruttava ragazze in Moldavia, la latitanza finisce a Campagna Lupia

VeneziaToday è in caricamento