rotate-mobile
Cronaca San Polo / San Polo, 370

Posiziona un clonatore di bancomat a San Polo, 21enne finisce in manette

Il giovane, R.G., di nazionalità bulgara, è finito in manette domenica sera mentre stava recuparando il proprio "skimmer" alla filiale della Banca Popolare di Vicenza, al civico 370 di San Polo

E' stato sorpreso con le mani nel sacco. O meglio, con le mani sul bancomat che aveva appena sabotato. Un 21enne di nazionalità bulgara, R.G., è stato arrestato nel tardo pomeriggio di domenica dai carabinieri del Nucleo natanti di Venezia mentre stava recuperando il proprio "skimmer", il sistema elettronico che permette di "rubare" i codici delle tessere degli ignari clienti che prelevano a una cassa continua. Si tratta di un aggeggio difficile da identificare se non si ha un occhio attento.

I militari dell'Arma, constatando che i furti di codici e i clonamenti di tessere aumentavano durante il fine settimana, tra sabato e domenica hanno tenuto sotto controllo tutti gli sportelli automatici. Finché non hanno scoperto qualcosa di strano alla filiale della Banca Popolare di Vicenza, al civico 370 di San Polo. Era stato applicato uno skimmer composto da alcuni supporti in plastica che riproducevano esattamente la bocchetta di inserimento delle carte e la mascherina della fessura di consegna delle banconote.


Gli agenti non hanno dovuto far altro che aspettare che il giovane tornasse per recuperare il macchinario per poi fermarlo, nonostante la resistenza fisica opposta dal malvivente. Ora il 21enne dovrà rispondere di frode informatica e installazione di apparecchiature atte a intercettare, impedire o interrompere comunicazioni informatiche, oltre che di resistenza a pubblico ufficiale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Posiziona un clonatore di bancomat a San Polo, 21enne finisce in manette

VeneziaToday è in caricamento