menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Scappa dai domiciliari: vanno a prenderlo per portarlo in carcere, diventa una furia

I carabinieri hanno dovuto "lottare" con un 55enne di Mirano, divenuto violento alla notizia dell'inasprimento della pena. Così la lista dei suoi reati si è allungata

La notizia dell'imminente trasferimento in carcere lo ha mandato su tutte le furie. Eppure avrebbe dovuto aspettarselo: I.A., italiano 55enne pluripregiudicato, era stato scoperto a spasso mentre avrebbe dovuto trovarsi agli arresti domiciliari. L'uomo era stato arrestato una prima volta l’anno scorso dai carabinieri di Mirano: di recente, in occasione di un controllo da parte dei militari incaricati della sorveglianza, era risultato assente dall'abitazione. Così il giudice, preso atto del reato di evasione, aveva stabilito per lui l'inasprimento della pena e l'ordine di carcerazione.

Sono sempre i carabinieri di Mirano a recarsi a casa del malvivente martedì sera, stavolta per portarlo in prigione: lui, appena capisce che gli si stanno aprendo le porte del carcere, dà in escandescenze. Resiste alle operazioni di ammanettamento, cerca di divincolarsi con forza e si avventa sui militari, rivolgendo loro una serie di minacce di morte. A quel punto ai reati già contestatigli si aggiungono quelli di violenza e resistenza a pubblico ufficiale: al termine delle operazioni lo scalmanato viene finalmente portato al carcere di Venezia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento