menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

In disco non per ballare, ma per rubare: preso con le mani nella borsetta di una ragazza

Un 20enne autore di furto con destrezza è stato sorpreso a Jesolo Lido sabato notte: il personale della security ha chiamato i carabinieri. Arresto e proposta di foglio di via

Si aggirava per la discoteca in cerca di qualche oggetto di valore su cui mettere le mani, ma le sue mosse sono state scoperte: è successo nella notte di sabato scorso in uno dei locali notturni di Jesolo Lido, dove una pattuglia del nucleo operativo e radiomobile della compagnia carabinieri di San Donà è intervenuta su segnalazione del personale addetto alla sicurezza. A denunciare il fatto era stata una ragazza che, mentre si trovava sulla pista da ballo, aveva sorpreso l'uomo a rovistare nella borsetta che portava a tracolla. Lui, scoperto, aveva abbandonato a terra un cellulare e aveva cercato di allontanarsi, venendo però bloccato da un altro ragazzo che aveva assistito alla scena e poi dagli addetti alla security.

Gli uomini dell'Arma giunti sul posto hanno perquisito il sospetto, trovandolo in possesso del documento d’identità della vittima, la sua drink card e circa 90 euro, oltre a un pacchetto di sigarette, un mazzo di chiavi di casa e la chiave dell’auto, tutti oggetti appartenenti alla ragazza. Accompagnato alla caserma di Via Carbonera, il ladro è stato identificato per B.A., 20enne nato in Burkina Faso, residente a Vicenza, regolare sul territorio nazionale e pregiudicato con vari precedenti. Si trovava probabilmente in compagnia di alcuni amici non nuovi a questo tipo di scorribande, che però al momento del fatto si sono dileguati per evitare di essere identificati.

Il ladruncolo è quindi stato dichiarato in arresto per furto con destrezza, e, dopo aver trascorso la nottata nella camera di sicurezza della caserma, accompagnato al tribunale. L'arresto è stato convalidato e il processo fissato per venerdì: fino ad allora l'uomo torna in libertà. I carabinieri avanzeranno comunque al questore la proposta del foglio di via dal comune di Jesolo per i prossimi 3 anni. Non è la prima volta che si verificano eventi del genere nelle discoteche, luoghi che attirando folle festanti diventano anche meta di malviventi: reati che però molto spesso vengono bloccati sul nascere dall'intervento del personale addetto alla sicurezza e delle forze dell’ordine continuamente presenti, anche sul finale della stagione estiva, lungo tutto il litorale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sciopero generale, Sgb incrocia le braccia per 24 ore nei trasporti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento