rotate-mobile
Cronaca

L'arresto del sindaco Orsoni, i suoi legali: "Sono accuse poco credibili"

In una nota il collegio difensivo del primo cittadino auspicano "un tempestivo chiarimento della posizione sul piano umano e professionale"

Secondo il collegio di difesa del sindaco di Venezia Giorgio Orsoni le accuse rivolte al primo cittadino lagunare che l'hanno portato agli arresti domiciliari nell'ambito dell'inchiesta Mose sarebbero "poco credibili". I legali Daniele Grasso e Mariagrazia Romeo affidano la loro posizione in una nota, auspicando un tempestivo chiarimento della posizione del sindaco.

TERREMOTO SUL MOSE: ARRESTATI ORSONI E CHISSO

L'ELENCO DEGLI ARRESTATI, TRA DOMICILIARI E CARCERE

DOPO LA BUFERA, LA RISPOSTA DEL COMUNE

"Esprimiamo preoccupazione per l'iniziativa assunta e confida in un tempestivo chiarimento della posizione dello stesso sul piano umano, professionale e istituzionale - dichiarano - Le circostanze contestate nel provvedimento notificato paiono poco credibili, gli si attribuiscono condotte non compatibili con il suo ruolo e il suo stile di vita. Le dichiarazioni di accusa vengono da soggetti già sottoposti ad indagini, nei confronti dei quali verranno assunte le dovute iniziative".

LE REAZIONI DELLA POLITICA: "UNO SCONQUASSO"

LA STORIA DEL MOSE, LA GRANDE OPERA DELLA LAGUNA

UNA SETTIMANA PRIMA: MATTEOLI NEI GUAI

"TANGENTOPOLI COME 20 ANNI FA, METODI PIU' COMPLESSI" - VD

LA DIFESA DI ORSONI: "ACCUSE POCO CREDIBILI"

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'arresto del sindaco Orsoni, i suoi legali: "Sono accuse poco credibili"

VeneziaToday è in caricamento