rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022
Cronaca

In auto al Porto con 6,5 chili di eroina per ripagare un debito

La droga sequestrata stamattina in un'intercapedine sotto una Opel Astra con al volante un 50enne greco, che starebbe collaborando

Doveva pagare un debito all'organizzazione criminale di circa 5mila euro. Lui, 50enne tossicodipendente greco, è stato convinto che per ripagare tutto e uscire dal vortice in cui era piombato avrebbe dovuto fare il corriere di droga. Il carico? 6,5 chili di eroina. Che avrebbero dovuto nel piano originario superare le Alpi e raggiungere la Germania.

GRECI CORRIERI DI DROGA PER CRISI

Il disegno, però, è naufragato al porto di Venezia. Gli agenti del II Gruppo di Venezia della guardia di finanza e i funzionari dell'ufficio Dogane, infatti, mercoledì mattina non appena hanno visto la Opel Astra con a bordo l'uomo hanno deciso di approfondire i controlli. Nonostante lo scanner mobile e i cani antidroga non segnalassero nulla di strano. L'impressione, infatti, era che il 50enne potesse far parte della serie di cittadini greci assoldati da un'organizzazione criminale (sfruttando anche la crisi economica) per far transitare ingenti carichi di stupefacenti per l'Europa.

Ormai "esperti" del modo di nascondere questo tipo di "bagaglio" (diversi sequestri sono stati effettuati nelle ultime settimane), le fiamme gialle si sono improvviste anche carrozzieri e hanno tagliato il telaio del veicolo. Alla fine è stata trovata una intercapedine (simile ai sequestri precedenti) in cui si trovavano i 6,5 chili di eroina purissima, confezionata in panetti contenti anche del caffé, in modo da ingannare i cani.

Inevitabili le manette per traffico internazionale di droga a carico del cittadino greco, che ha subito anche il sequestro di un telefono cellulare, di un navigatore satellitare  di 1.330 euro in contanti. A differenza degli altri casi, però, il 50enne avrebbe iniziato a collaborare con gli investigatori parlando di una persona di origine curda che l'avrebbe indotto a mettersi in viaggio. Accertamenti sarebbero in corso anche con l'interpol.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In auto al Porto con 6,5 chili di eroina per ripagare un debito

VeneziaToday è in caricamento