menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Si dà alla macchia prima di "finire dentro", militari bloccano un latitante in via Dante

L'uomo, un 27enne di nazionalità tunisina, si era reso responsabile lo scorso 26 ottobre di furto aggravato e resistenza a pubblico ufficiale. Ora si trova in carcere a Venezia

Tutto è nato da un normale controllo di rito, operato dai militari del programma Strade Sicure. Nella giornata di domenica la polizia ha messo le manette ai polsi a B.C., cittadino 27enne di nazionalità tunisina sul quale pendeva una condanna di carcerazione a 8 mesi per furto aggravato e resistenza a pubblico ufficiale. I reati erano stato commessi lo scorso 26 ottobre, ma il delinquente aveva fatto perdere le proprie tracce, dandosi alla macchia.

Accertamenti di rito

Il 27enne si trovava in via Dante quando i militari hanno deciso di fare accertamenti sul proprio conto. Privo di documenti d'identità, ha comunque fornito le generalità agli operatori, che grazie al supporto della polizia, giunta sul posto poco dopo, hanno potuto identificare compiutamente lo straniero. La successiva interrogazione della banca dati ha fatto emergere l'ordine di carcerazione che pendeva a suo carico.

A Santa Maria Maggiore

Accompagnato negli uffici della questura, gli agenti hanno provveduto a notificare l'ordine di esecuzione di carcerazione, conducendo il latitante nel carcere di Santa Maria Maggiore di Venezia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento