Gli ovuli di eroina gialla ingeriti, arrestato corriere della droga

Fermato dai carabinieri un giovane. Era stato seguito ma alla perquisizione era risultato "pulito"

I carabinieri lo hanno visto arrivare alla stazione ferroviaria di San Donà e, sospettando che si trattasse di uno spacciatore, hanno deciso di seguirlo. Fino a Caposile di Musile, dove lo hanno fermato. C.E., nigeriano di 24 anni, per i militari era un corriere della droga. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Quando lo hanno fermato, però, dalla perquisizione personale non è emerso nulla di strano. Con sè il giovane non aveva droga. Pensando che potesse averla ingerita, le forze dell'ordine lo hanno accompagnato all'ospedale e qui il ragazzo ha espulso tre ovuli che contenevano 40 grammi di eroina gialla che ha già causato numerosi decessi per overdose nell'hinterland del Veneziano e recentemente anche nel Basso Piave. Il 24enne è stato arrestato e accompagnato in carcere. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cosa succede al corpo se si eliminano i carboidrati?

  • Elezioni comunali Venezia 2020: liste, simboli e candidati

  • Vittoria di Brugnaro, sarà sindaco di Venezia per altri cinque anni

  • Elezioni 2020: Zaia storico sfiora il 77%, la sua civica al 44,63%

  • Ponte dei Assassini: il luogo che ha impedito ai veneziani di portare la barba lunga

  • Sei comuni rinnovano il sindaco e il Consiglio: i risultati

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeneziaToday è in caricamento