menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Hacker fermato a Vetrego, su di lui mandato di cattura internazionale

Si tratta di un moldavo di 29 anni, bloccato al distributore Agip di via Porara intorno alle 23 di domenica. Era ricercato per reati informatici

Il criminale che non ti aspetti: è stato scoperto durante un normale controllo stradale a Vetrego V.C., 29enne di origine moldava (ma con documenti romeni), destinatario di un mandato di cattura internazionale. L'uomo è stato intercettato da una pattuglia di carabinieri della stazione di Mirano al distributore Agip di via Porara, intorno alle 23 di domenica. Diretto probabilmente verso il casello autostradale.

Alla guida dell'auto fermata, un'Audi TT, c'era il cognato del moldavo, risultato incensurato. I militari hanno però deciso di approfondire anche l'identità del passeggero, scoprendo che il 29enne era ricercato dalle autorità bielorusse per reati informatici. Immediato a quel punto l'arresto dell'uomo, subito portato al carcere di Venezia in attesa dell'estradizione verso il paese sub-baltico.

Sembra che l'hacker agisse a cavallo dei confini orientali del continente europeo, prediligendo i paesi che stanno sviluppando maggiormente le reti informatiche e dedicandosi a frodi e furti di identità virtuali. L'intenzione era quella di carpire dati sensibili ed intromettersi abusivamente nei sistemi telematici di banche, poste e privati. Probabile inoltre che il pirata informatico si occupasse di clonazione di carte di credito.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sciopero generale, Sgb incrocia le braccia per 24 ore nei trasporti

Attualità

Rischia di saltare la prima della scuola media Calvi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento