menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vede i militari e scappa nel supermercato, poi lancia la cocaina sotto gli scaffali: in manette

È successo a Jesolo, durante un servizio nel territorio dei carabinieri. Il pusher, un 36enne già arrestato lo scorso anno, è stato trattenuto in camera di sicurezza. Per lui obbligo di firma

Era già noto alle forze dell'ordine, ecco perché quando ha visto i carabinieri si è allontanato di tutta fretta, rifugiandosi all'interno ad un piccolo supermercato locale. I militari dell'Arma di San Donà di Piave hanno arrestato a Jesolo per possesso di sostanza stupefacenti ai fini di spaccio  S.M., italiano di 36 anni senza fissa dimora, già finito "dentro" per lo stesso reato lo scorso anno. Sempre nello stesso periodo estivo.

Il 36enne, una volta dentro alla bottega, ha lanciato sotto uno scaffale un involucro contenente al suo interno 8 dosi di cocaina, pronte per essere smerciate sul litorale. A seguito di perquisizione personale, inoltre, gli uomini in divisa hanno trovato 800 euro in contanti, sequestrati in quanto ritenuti frutto dell'attività di spaccio.

Il delinquente, su disposizione del pm di turno, è stato condotto nella caserma di via Carbonera, per essere trattenuto in camera di sicurezza fino alla direttissima di venerdì mattina, durante la quale l'imputato si è avvalso dei termini a difesa, con conseguente rinvio del processo. Nel frattempo gli è stato imposto l'obbligo di firma.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bollo auto, prorogata ancora la scadenza del pagamento in Veneto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento