rotate-mobile
Lunedì, 15 Agosto 2022
Cronaca Castello

Carabinieri travestiti da operatori Veritas, sequestro "kolossal"

I militari hanno requisito venti chili di stupefacente (la più importante operazione da tempo in centro storico). In manette 46enne veneziano

I carabinieri della compagnia di Venezia, con il supporto del nucleo natanti, hanno arrestato V.M., veneziano, 46anni, e sequestrato oltre 20 chili di sostanze stupefacenti (suddivise tra marijuana ed hascish), per un valore di 250mila euro. Il sequestro, che per entità non ha precedenti nel centro storico veneziano, deriva da una serie di servizi finalizzati a contrastare lo spaccio di sostanze stupefacenti che (anche grazie alla collaborazione dei residenti) avevano consentito di focalizzare l'attenzione su un magazzino di Castello.

Travestendosi da operatori Veritas per la raccolta delle immondizie e da addetti di alcuni cantieri edili presenti in zona, i militari nel pomeriggio di venerdì avevano controllato la zona. Nel corso della serata, l'arrivo del 46enne ha consentito l'intervento. La droga era nascosta all'interno di alcune casse di legno. Nell'appartamento è stato recuperato il materiale necessario per il confezionamento e il taglio dello stupefacente, un bilancino di precisione e circa duemila euro in contanti con ogni probabilità provento dell'attività illecita. (Ansa)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carabinieri travestiti da operatori Veritas, sequestro "kolossal"

VeneziaToday è in caricamento