menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il materiale sequestrato dai carabinieri

Il materiale sequestrato dai carabinieri

Il proprio garage come "base" dello spaccio di eroina a Oriago di Mira

In manette un 34enne tunisino trovato con alcuni grammi di eroina nascosti in uno scaffale. Aveva appena venduto droga a un suo cliente

Il suo garage era diventato un laboratorio in cui organizzare lo spaccio. Di eroina, per lo più. Che poi veniva rivenduta nell'entroterra mestrino e nel comune di Mira. Un'attività stroncata lunedì sera dai carabinieri di Mira, che sono intervenuti nell'abitazione di Oriago in cui E.M.R., 34enne, aveva la propria "base" e l'hanno sorpreso in flagrante subito dopo aver ceduto alcune dosi a un cliente. All'interno di uno scaffale del magazzino, accuratamente nascoste, c'erano due grammi e mezzo di stupefacente. Che in seguito sarebbe stato suddiviso in dosi.

ARRESTATO 17ENNE CON LE TASCHE ZEPPE DI LSD

L'operazione di lunedì sera si tratta solo dell'ultima fase di un'attività d'indagine iniziata alcuni giorni prima. Alcune segnalazioni parlavano di via via sospetti nella sua abitazione. Poi appostamenti e accertamenti hanno permesso ai carabinieri di chiudere il cerchio. Sequestrati anche un bilancino di precisione e centinaia di euro in contanti, provento di spaccio. I due coinquilini connazionali dell'arrestato sono stati denunciati, uno anche perché in precedenza espulso. In manette poche ore prima un altro cittadino di nazionalità tunisina, A.A., 24enne, arrestato a Marghera dopo essersi allontanato dalla propria piazza di spaccio per andarsi a rifornire di eroina.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bollo auto, prorogata ancora la scadenza del pagamento in Veneto

Attualità

Marea di borse in plastica invade la scala Contarini del Bovolo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento