menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Carabinieri nell'operazione

Carabinieri nell'operazione

Spacciava in casa: arrestato. Non doveva essere in Veneto

I carabinieri, alla ricerca di uno smartphone rubato, hanno ottenuto un decreto di perquisizione dell’appartamento a Favaro, dimora del cittadino 40enne cubano. Soldi e droga nel materasso

Un cittadino straniero sorpreso a spacciare in casa è stato arrestato dai carabinieri di Favaro Veneto, martedì mattina. P.R.A., un 40enne cubano senza fissa dimora, che era stato colpito dal divieto di dimora in Veneto proprio per motivi di spaccio.

Punto di riferimento

I carabinieri, alla ricerca di uno smartphone rubato, hanno richiesto e ottenuto un decreto di perquisizione dell’appartamento, dimora dell'uomo. Una volta avuto accesso hanno trovato il 40enne nascosto sotto al letto della camera occupata in fondo al corridoio. Il materasso però non riusciva a celare la persona che, sottoposta ad accertamenti, è stata trovata in possesso di quattro dosi di cocaina e di 1.500 euro in contanti, messi all’interno dell’imbottitura del materasso. Ritrovato anche il cellulare. Per l'uomo non c’è stato scampo. Considerate le circostanze i carabinieri lo hanno arrestato anche per essere sospettato di essere punto focale di una piccola rete di rifornimento di tossicodipendenti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bollo auto, prorogata ancora la scadenza del pagamento in Veneto

Attualità

Marea di borse in plastica invade la scala Contarini del Bovolo

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Domenica di sole: assalto a Venezia, specie alle isole

  • Cronaca

    Trovato il corpo carbonizzato di una persona a Chioggia

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento