menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Vado in Germania per prendere un'auto", aveva 40 chili di droga

Corriere 24enne macedone in manette domenica al porto di Venezia. Era appena sbarcato da un traghetto greco. A smascherarlo "Parot" e "Tad"

Continuano i sequestri di droga al porto di Venezia. A finire nelle maglie della guardia di finanza e del personale della Dogana sempre automobilisti che si preparano la "storiella" da raccontare in precedenza (dietro c'è una organizzazione che fornisce mezzi e soldi) e poi si scopre che nascosti nei loro furgoni e auto ci sono chili e chili di stupefacenti.

Domenica scorsa, quindi, è stato arrestato l'ennesimo narcotrafficante sbarcato da un traghetto greco. L'attenzione delle forze dell'ordine si è concentrata su un monovolume condotto da un 24enne di nazionalità macedone. Ufficialmente l’uomo era di passaggio sul territorio italiano, dovendosi recare in Germania per perfezionare l’acquisto di un’autovettura. Il suo comportamento, il nervosismo nel corso dei controlli e alcune risposte contraddittorie, tuttavia, non hanno convinto i militari, che hanno deciso di ispezionare il mezzo con l’aiuto della squadra cinofili.

Non ci è voluto molto, grazie all'olfatto di “Parot” e “Tad”, due esemplari di pastore tedesco, per scoprire i doppi fondi del veicolo. All'interno dei quali sono stati sequestrati circa quaranta panetti di marijuana, per un totale di 39,3 chili di stupefacente. Il corriere macedona naturalmente è finito subito in manette e portato in carcere.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Assegno unico figli 250 euro al mese: come ottenerlo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento