Lunedì, 17 Maggio 2021
Cronaca Marghera / Via della Chimica, 4

Ex Sirma, spinge a terra un carabiniere e scappa: fermato poco dopo, in manette

È successo giovedì nella zona abbandonata di via della Chimica a Marghera. I carabinieri si trovavano in ricognizione per un'operazione a contrasto dello spaccio di stupefacenti

Il primo istinto una volta visti gli uomini in divisa è stato quello di scappare a gambe levate, ma non è bastato. Nel corso di alcuni sopralluoghi sul territorio nella prima mattinata di giovedì, in ottica soprattutto di contrasto allo spaccio di stupefacenti, i carabinieri della compagnia di Mestre hanno arrestato un cittadino di origini tunisine con l'accusa di evasione. Il sospetto è stato sorpreso all'interno dell'area dismessa dell'ex Sirma di via della Chimica, diventata negli ultimi tempi punto di riferimento per spacciatori e sbandati. Si tratta di una zona molto estesa, l'ideale per chi vuole ordire i propri traffici lontano da occhi indiscreti.

Colluttazione

Durante la collutazione con le forze dell'ordine, il fuggitivo avrebbe dato molto filo da torcere. Tanto da scaraventare a terra uno dei militari dell'Arma, che per fortuna ha riportato traumi lievi. Un tentativo dettato dalla disperazione più che altro, visto che poco dopo per il tunisino sono scattate le manette: ad attenderlo all'esterno, infatti, una "cintura" di militari, portatisi in forze sul posto.

L'uomo, M.A. di 38 anni, è stato quindi arrestato per resistenza a pubblico ufficiale. Accertamenti successivi hanno confermato il vero motivo della tentata fuga dell'uomo, evaso da qualche settimana dagli arresti domiciliari a Musile di Piave e ricercato in tutta la provincia di Venezia. Per lui, quindi, doppia accusa: resistenza e evasione.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ex Sirma, spinge a terra un carabiniere e scappa: fermato poco dopo, in manette

VeneziaToday è in caricamento