menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

L'ultima di Cipriani: ha comprato un pezzo di isola per coltivare carciofi

Il patron dell'Harry's Bar, 83enne, si lancia in una nuova sfida, proprio dove il padre, quando era piccolo, aveva aperto la celebre Locanda

Alla fine l'ha fatto. Come riporta il Gazzettino, Arrigo Cipriani, ad 83 anni, ha deciso di comprarsi l'isola di Sant'Antonio di Torcello per coltivare carciofi, per la precisione bòtoi e castraùre, eccellenze della laguna veneziana.

Si è trattato di un affare da 4 milioni di euro quello del patron dell'Harry's Bar, che tra i suoi successi si gode il pienone del suo ristorante ad Abu Dhabi in occasione dell'ultimo gran premio di Formula 1 e, in prospettiva, l'apertura all'inizio del prossimo anno di un locale a Dubai. Cipirani spiega di aver sempre subito il fascino del Torcello, come il padre Giuseppe, che aprì proprio lì la celebre Locanda Cipriani, quando il figlio era poco più che infante. Per l'83enne, riportare la coltivazione dei carciofi in un'isola dalla vocazione agricola ha un grande valore, così come la rinascita della città dovrebbe partire proprio dal Torcello, con un rilancio dalle proprie radici.

La trattativa che ha portato all'acquisto di proprietà confinanti a quelle che già possedeva, con l'acquisizione di 27mila metri quadrati di terreno, è stata portata a termine con l'intermediazione della Broker House srl e attraverso la "Torcello società agricolo srl", che vede proprio i Cipriani come soci. Arrigo, che vede nel figlio il naturale prosecutore di quanto di grande abbia fatto e stia facendo a Venezia e nel mondo, ha rivelato che per la prossima stagione saranno pordotti qualcosa come mezzo milione di carciofi. Una quantità enorme, che permetterà di rifornire gli Harry's Bar nel mondo, oltre a rifornire mercati e ristoratori.

E nella sua vita, come ha sostenuto lui stesso, rimane solo un neo. Quella Locanda Cipriani che aveva pensato di riacquisire, ma per la quale pare non si riesca a trovare un accordo con Bonifacio Brass, il figlio di Tinto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento