Mercoledì, 23 Giugno 2021
Cronaca

Arrigo Cipriani contro le restrizioni: «Sembra che i morti siano causati dai ristoranti»

Il patron dell'Harry's Bar ha sottolineato come i veri assembramenti si verifichino nei supermercati, non nei luoghi dedicati alla ristorazione

Il giudizio di Arrigo Cipriani, patron dell'Harry's Bar, è netto: come ha spiegato a Adnkronos, «il Paese è allo sbando, su questa epidemia del Covid si sta facendo una grande confusione e si sono fatte tante ingiustizie».

Cipriani contro le chiusure dei ristoranti

In particolare, «sembra che i morti siano causati dai ristoranti, che sono chiusi praticamente da nove mesi. Con le fasce arancioni si chiudono bar e ristoranti la sera, ma l'asporto e l'apertura a mezzogiorno non risolve certo il problema, soprattutto a Venezia che non è una città d'affari». Un'ingiustizia per Cipriani, che assicura che gli assembramenti non si creano nei ristoranti, bensì nei supermercati. «Queste decisioni su fasce gialle, arancioni e rosse, - ha concluso - con aperture e chiusure a singhiozzo fanno più male che bene, meglio sarebbe stato una chiusura totale per un periodo, così invece alla riapertura senza possibilità di una programmazione precisa non si ha più voglia di ripartire».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arrigo Cipriani contro le restrizioni: «Sembra che i morti siano causati dai ristoranti»

VeneziaToday è in caricamento